Marino, Di Stefano (Sovranità): "Ignazio stile Boldrini e anche stressato. Qui, a gridare se ne vada"

23 giugno 2015, Adriano Scianca
Marino, Di Stefano (Sovranità): 'Ignazio stile Boldrini e anche stressato. Qui, a gridare se ne vada'
Anche oggi, Sovranità si è presentata sotto al Campidoglio per protestare contro la giunta Marino. “Siamo qui – dichiara Simone Di Stefano a IntelligoNews – per chiedere le sue dimissioni. E se si vota vogliamo un fronte populista con Salvini. Ma Sovranità ci sarà in ogni caso”. 

Di Stefano, perché oggi siete sotto al Campidoglio? 

«Siamo qui per chiedere le dimissioni del sindaco. La giunta è arrivata al capolinea, non si capisce davvero come possa continuare ad operare. Servono le elezioni prima possibile, se aspettassimo un anno potrebbe essere troppo tardi». 

E se si va alle elezioni voi cosa fate? 

«Sovranità c'è. Ovviamente la condizione ideale prevede un fronte populista che faccia riferimento a Salvini. Noi lavoreremo per questa progettualità. Se invece non sarà possibile, noi comunque ci saremo lo stesso». 

Intanto il Pd romano è allo sbando: Orfini è sotto scorta, un iscritto su dieci è fasullo, una sezione romana su quattro è da sciogliere. Immaginavi che la situazione fosse questa? 

«Forse che si fossero toccati questi livelli no, non lo immaginavo. Che ci fosse un connubio di potere fra il Pd e certi giri affaristici era invece abbastanza chiaro e palese. Sono convinto che se lo si chiede ai romani, tutti diranno che lo sapevano. Si lasciava fare perché “tanto la politica è così”. E a forza di lasciar fare si è arrivati a questo punto». 

Cosa pensi della frase di Marino sulla destra che deve “tornare nelle fogne da cui è venuta”? 

«Marino ha usato uno slogan da anni '70, quello che dava una sorta di giustificazione morale a chi andava a sparare ai ragazzini davanti alle sedi del Msi. Evidentemente il livello di stress e pressione comincia a essere troppo alto. È un po' lo stile Boldrini, è lo stesso modo di non saper gestire le espressioni e persino il tono della voce...».
caricamento in corso...
caricamento in corso...