Operazione Baobab a Roma: blitz anti-irregolari. Stretta sull'immigrazione. VIDEO

24 novembre 2015 ore 12:53, intelligo
Operazione Baobab a Roma: blitz anti-irregolari. Stretta sull'immigrazione. VIDEO
Il blitz è scattato di prima mattina. Poco dopo le 6 sessanta tra poliziotti e carabinieri sono entrati nel centro di accoglienza Baobab a Roma con un obiettivo: controlli a tappeto per verificare una ad una le presenze dei migranti e la loro identità. Accertamenti accurati soprattutto nei confronti degli immigrati non in regola. Operazione che rientra nell’ambito dell’attività di monitoraggio scattata da ieri con l’entrata in vigore del piano per la sicurezza. Effetto Parigi, ma anche attività di prevenzione e tutela alla vigilia del Giubileo straordinario della Misericordia che si apre ufficialmente l’8 dicembre. Secondo le testimonianze dei volontari che lavorano al Baboab, le forze dell’ordine hanno separato i migranti in possesso di documenti regolari da quelli senza documenti che sono stati poi accompagnati all’Ufficio Immigrazione. Si tratta di ventritrè migranti sul conto dei quali sono in corso ulteriori accertamenti: eritrei, etiopi, magrebini. Le forze dell’ordine hanno ispezionato i locali del Centro anche con l’ausilio di unità cinofile.

Durante i controlli non ci sono stati momenti di tensione, anche se i volontari manifestano la preoccupazione per “voci di un prossimo sgombero della struttura, quando ancora manca una reale alternativa per il ricollocamento dei migranti ospitati” e su Facebook hanno convocato un presidio davanti al centro per “portare solidarietà ai migranti e chiedere una politica di accoglienza degna”. Il Centro nei mesi scorsi era stato il punto di riferimento e di passaggio per moltissimi migranti arrivati in Italia sui barconi: Eritrea, Somalia, Libia i paesi di provenienza anche se gli immigrati da Roma sono ripartiti alla volta della destinazione che intendevano raggiungere: in particolare Svezia e Germania. Sull’operazione al Baobab è intervenuto il leader della Lega Matteo Salvini che sul suo profilo Twitter ha postato: “Espellere e chiudere centro che ospitava”.

Clicca qui per vedere il video (Agi) del blitz:


VERTICE SICUREZZA. Intanto, il ministro della Giustizia Andrea Orlando convocato per giovedì prossimo un vertice in via Arenula. Lo scopo è quello di “raccogliere contributi e valutazioni per potenziare l'azione di prevenzione e contrasto al terrorismo internazionale in concomitanza con la perdurante situazione di allarme in Europa e l'imminente avvio del Giubileo della Misericordia”.Oltre a tutti i capi degli uffici ministeriali, al vertice prenderanno parte anche il Procuratore generale della Corte di Cassazione Pasquale Ciccolo, il Procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, il Procuratore della Repubblica di Roma Giuseppe Pignatone, il Procuratore generale di Roma Giovanni Salvi, il membro nazionale designato di Eurojust Filippo Spiezia. Un altro degli effetti della strage di Parigi. 



LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...