Una goccia di saliva per scovare l'Hiv: allo Spallanzani è smart e gratis

24 novembre 2015 ore 15:45, intelligo
Una goccia di saliva per scovare l'Hiv: allo Spallanzani è smart e gratis
Una settimana di iniziative, diagnosi preventive e occasioni di sensibilizzazione sull’Aids. Fino al 27 novembre in tutta Europa si celebrano i sei giorni del Test Hiv, una sorta di evento preliminare alla giornata mondiale contro l’Aids, in calendario il 1 dicembre. A Roma, l’Istituto “Lazzaro Spallanzani”, leader nel settore delle Malattie Infettive, aderisce all’iniziativa anche quest’anno con una propria “mobilitazione”. Di che si tratta? In pratica “allungando” l’attività quotidiana: il poliambulatorio Craids “stanza 13” è infatti a disposizione dei cittadini che desiderano avere consulenza e supporto anche informativo in relazione a tutti gli aspetti dell’Hiv. In particolare, gli esperti dello “Spallanzani” offrono l’esecuzione del test rapido sull’Hiv attraverso un prelievo salivare, non solo durante l’arco della mattinata ma anche nel pomeriggio. 

Ecco gli orari: fino a venerdì 27 novembre, lunedì 30 novembre e martedì 1 dicembre è possibile sottoporsi al test dalle ore 17.00 alle 19.00. Va ricordato che l’esame è gratuito e coperto dall’anonimato. Quanto all’esito comunicato dai medici, sarà pronto in appena 15-20 minuti (non verrà rilasciato il referto del risultato). Come prepararsi al test? Vanno osservate poche e semplici “regole”: né bere, né mangiare almeno quindici minuti prima dell’esecuzione e questo vale anche per le gomme da masticare. Se si usano prodotti orali, sarà necessario attendere mezzora prima di sottoporsi all’esame che consiste in un tampone posizionato nell’arcata gengivale. In caso di “reattività” del test, è consigliato uno screening di conferma attraverso il prelievo ematico. 

Analoghe iniziative si ripetono anche in altre regioni d’Italia. In Emilia Romagna, ad esempio, gli ambulatori di Malattie Infettive, Dermatologia e SerT dell’Ausl Romagna, restano aperti a che sabato prossimo (dalle 8 alle 12) per offrire ai cittadini la possibilità di sottoporsi al test Hiv in maniera gratuita e anonima, oltre a ricevere le informazioni necessarie sul versante della prevenzione. I medici infatti sottolineano l’importanza dell’esame dal momento che chi è affetto dall’infezione può non presentare i sintomi che ne indicano la presenza anche per anni. Ma proprio in questa fase, il test Hiv può scoprirla e diagnosticarla. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...