Roma assordante (e caotica): la movida più rumorosa di un jet

25 giugno 2013 ore 13:15, intelligo
Roma assordante (e caotica): la movida più rumorosa di un jet
Allarme decibel nella Capitale. Secondo uno studio, (con tanto di misurazioni fonometriche) realizzato dal Corriere.it e Legambiente, nella notte fra venerdì 21 giugno e sabato 22 giugno, sono stati registrati dati a dir poco allarmanti. Il record del rumore capitolino è stato misurato in vicolo del Cinque, a Trastevere, dove si registra un surplus di decibel (80), di gran lunga superiore a quello di una zona industriale e... quasi al pari di quello di un aereo in fase di decollo. Ma anche le zone di Campo de' Fiori, Testaccio, e Monti non sono da meno.
La colpa è della movida romana, quella tipicamente estiva, che sembra battere tutti i (peggiori) record: «78 decibel a Madonna ai Monti; 77,6 a Campo de’ Fiori; 67,2 in piazza delle Coppelle; quando il limite massimo previsto per legge è 55 decibel. Sono così in pratica quasi tutti “fuori legge” vicoli, vie e piazze della vita notturna della capitale», sostiene il Corriere. Gruppi di ragazzi, chiacchiericcio, musica, qualche bottiglia di birra che rotola: sono questi gli elementi del cocktail micidiale che fa impennare i decibel, rendendo queste zone sempre meno abitabili. Il fonometro ha testimoniato tutto; Lorenzo Parlati, infatti, presidente di Legambiente afferma al Corriere: «Il rumore è dovuto in sostanza al traffico ed alla musica non controllata dei locali, la movida che si attraversa è soprattutto chiacchiere in una capitale che non offre anche in centro grandi iniziative. Un rumore –aggiunge – che è totale assenza di politiche nelle periferie». Conclude lanciando un appello al neo sindaco: «Ora Marino deve agire sulle cause oltre che intervenire sul fenomeno».      
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...