Colosseo, il parco archeologico si farà: Consiglio di Stato boccia Tar

25 luglio 2017 ore 9:20, Micaela Del Monte
Il Colosseo avrà il suo parco archeologico. Non solo, il Consiglio di stato ha anche dato il via libera alla nomina anche di direttori stranieri dell’area stessa. La Sesta sezione del Consiglio di Stato, con due sentenze – si spiega in una nota di Palazzo Spada – ha accolto gli appelli del ministero dei Beni culturali Dario Franceschini contro le due sentenze del Tar Lazio che avevano accolto i ricorsi di Roma Capitale in relazione all’istituzione del Parco archeologico del Colosseo e alla nomina con selezione pubblica internazionale del suo direttore. Una sentenza "che fa davvero giustizia", applaude soddisfatto il ministro della cultura Pd. Che si dice pronto ad "andare avanti con riforme e innovazione". E intanto annuncia l'ingresso nel Cda del Parco del dg Unesco Irina Bokova.  Nelle sentenze, in particolare, il Consiglio di Stato si è pronunciato su tre questioni: quella del necessario coinvolgimento di Roma Capitale nel processo decisionale; quella della fonte istitutiva ed infine quella del conferimento dell'incarico di direzione del Parco archeologico anche a cittadini non italiani. 

Colosseo, il parco archeologico si farà: Consiglio di Stato boccia Tar
RAGGI VS FRANCESCHINI
Secondo la sindaca Virginia Raggi fino ad oggi i ricavi dei biglietti delle visite al Colosseo e ai Fori vanno per l'80 per cento alla Sovrintendenza speciale, gestita direttamente dal Campidoglio. Con il nuovo decreto voluto dal ministro Dario Franceschini il 170 per cento degli incassi, 40 milioni di euro stimati, andranno nelle casse del nuovo parco e solo il 30 per cento andrà alla Sovrintendenza. "A Roma rimane molto poco", disse la Raggi.

Secondo Franceschini quelli di Raggi sono argomenti falsi. Disse tre mesi fa il ministro:  "Il Colosseo seguirà dunque lo stesso percorso che hanno seguito gli Uffizi, la Reggia di Caserta, Brera, Pompei e tutti gli altri istituti autonomi. Per opporsi a questo vengono usati argomenti falsi, infatti, non cambierà nulla nel rapporto tra la città e l’area archeologica e resterà identico l’utilizzo degli incassi del Colosseo su Roma”.

Su Twitter la sindaca Virginia Raggi aveva poi manifestato tutta la sua soddisfazione dopo la decisione. E il ministro Dario Franceschini aveva annunciato il ricorso al Consiglio di Stato.  
#parcoarcheologico #colosseo #franceschini #raggi #tar #consigliodistato
caricamento in corso...
caricamento in corso...