Testaccio fa strage di gatti, devastata la colonia sul Lungotevere

25 settembre 2015, intelligo
Gatti avvelenati al Testaccio, nel cuore di Roma. La denuncia arriva dagli esponenti di Sel. Mauro Cioffari (capogrupp) e Sabina Albanesi (responsabile Diritti Animali e Ambiente del partito per Roma Area Metropolitana), in una nota riferiscono che “durante la notte, ignoti hanno devastato la colonia felina ospitata nell'ansa golenale sinistra di Lungotevere, all'altezza di Testaccio, avvelenando alcuni gatti”.  

Gli esponenti di Sel chiamano in causa il Campidoglio evidenziando che “da anni i cittadini residenti sollecitano alle autorità competenti e all'amministrazione comunale la situazione di disagio e di abbandono in cui versa l'ansa golenale adiacente al Lungotevere Testaccio attraverso appelli, raccolte di firme, segnalazioni ed esposti”. Esposti che contenevano anche la sollecitazione a interventi di riqualificazione dell’area con “la rimozione delle baracche, il trasferimento delle persone senza fissa dimora in più adeguate strutture e la messa in sicurezza del tratto che va da Ponte Testaccio a Ponte Sublicio”. 

Non solo. Cioffi e Albanesi puntano l’indice anche contro “l’insicurezza dei residenti testimoniata dalle numerose denunce di aggressioni, di furti e di atti di vandalismo”, sottolineando che “al disagio delle persone senza fissa dimora che periodicamente tornano ad abitare nell'area golenale, si aggiunge, oggi, un gesto di grave crudeltà”.

Di qui l’appello al sindaco di Roma, Ignazio Marino, e alle autorità competenti affinchè “venga predisposta ogni idonea iniziativa per la riqualificazione, in tempi certi, dell'ansa golenale dell'argine sinistro del Tevere, da Ponte Sublicio a Ponte Testaccio, restituendolo alla fruibilità dei cittadini e delle cittadine, garantendo, al contempo la vita e il benessere degli animali ospitati sulle rive del Tevere”.

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...