Primarie Pd ed elezioni, Prestipino oggi con Boschi: "Se Renzi trova finestra utile urne possibili"

27 aprile 2017 ore 13:04, Andrea Barcariol
Dal confronto diretto su Sky tra i candidati alla segreteria Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano all'incontro con il sottosegretario di Stato Maria Elena Boschi, dalle possibili elezioni a settembre alla legge elettorale, Intelligonews ne ha parlato con  Patrizia Prestipino membro della direzione nazionale del Partito Democratico, insegnante e candidato sindaco di Roma alle primarie del 2013. Il suo voto è netto: promuove Renzi e boccia Emiliano che "non è riuscito a sfondare e a volte è stato volutamente sgradevole".

Primarie Pd ed elezioni, Prestipino oggi con Boschi: 'Se Renzi trova finestra utile urne possibili'
Ieri confronto televisiviso su Sky, per le primarie del Pd. Chi ha vinto?

"Renzi è molto più abituato a questo tipo di dibattito ed è stato sicuramente superiore. Ho notato, nonostante la stima che ho per gli altri due competitor, che è mancata ai due contendenti l'autorevolezza e l'efficacia verbale. Mi è sembrato che, nella sua neanche tanto velata demagogia, Emiliano non sia riuscito a sfondare e che a volte sia stato volutamente sgradevole. Orlando invece è apparso sottotono, quasi la spalla di Renzi. Il conduttore è stato molto bravo, ma mi aspettavo che venissero toccati argomenti più forti".

In questo periodo ha incontrato diverse volte la Boschi. Perchè?


"La Boschi è candidata capolista con me all’Assemblea Nazionale del Partito Democratico in un collegio molto grande che comprende il nono e decimo Municipio della capitale. Ha fatto questa scelta importante e non scontata di candidarsi a Roma. Lei ha voluto conoscere il territorio, è venuta diverse volte insieme a me, ha partecipato a iniziative del Municipio, ha fatto cose che generalmente una big non fa".

Mattarella ha sollecitato il Parlamento sulla legge elettorale e si fa strada l'ipotesi del voto a settembre. Lei ci crede?

"Fino ad ora il presidente della Repubblica si era sempre messo di traverso sull'ipotesi delle elezioni anticipate. Ma è un momento molto caldo, la finanziaria non sarà tenera, ci sono tante questioni che andrebbero risolte prima. Penso che se Renzi trova l'entusiasmo, la voglia e una finestra utile per andare a votare non è detto che non si vada alle urne".

Possibili coalizioni?

"Dipende molto dalla legge elettorale, se ci sarà un premio alla lista o alla coalizione, in tal caso si potrebbe ricostruire un centrosinistra stile Ulivo, sempre che ci sia una sinistra che lo voglia fare, altrimenti rischia di fare la fine dei socialisti in Francia che hanno ancora in carica un presidente loro ma stanno al 6%. Una sinistra così litigiosa e divisa con leader che hanno scelto di andar via, non è semplice da mettere insieme. Renzi ha subito continue opposizioni interne fino alla fuoriuscita di personaggi importanti del partito non credo abbia la voglia e l'interesse di riannodare con questi. Poi se si vuole allargare a Pisapia o ad altre forze civiche, questo è un altro discorso. Oggi l'avversario numero uno è il populismo, mi meraviglio che Melenchon non sia ancora espresso. Io non avrei nessun dubbio, sono per una democrazia parlamentare, credo nei partiti, mi auguro che vinca il mio partito per fermare Grillo che secondo me oggi è il male assoluto".

#prestipino #elezioni #primarie #Boschi
caricamento in corso...
caricamento in corso...