Cosa farà a Roma la cabina di regia di Raggi-Minniti sui migranti

27 giugno 2017 ore 17:16, Americo Mascarucci
Dopo le polemiche dei giorni scorsi sull’accoglienza dei migranti a Roma e la protesta del sindaco Virginia Raggi contro il Viminale, è arrivato l’atteso incontro fra il primo cittadino capitolino e il Ministro degli Interni Marco Minniti. A richiedere l'incontro era stata la stessa Raggi che si era rivolta al Prefetto Paola Basilone perché si attivasse in tal senso. Il primo cittadino chiedeva una moratoria sui nuovi arrivi e una maggiore suddivisione dei migranti nei paesi della provincia.
La mediazione del Prefetto è andata a buon fine: Minniti e Raggi si sono incontrati e hanno deciso di concordare una strategia conune.
Ministero e Campidoglio nell’incontro hanno quindi deciso di costituire una cabina di regia da istituire presso la Prefettura con la partecipazione di rappresentanti del Ministero stesso e di altre istituzioni per gestire i temi dell'accoglienza, dell'inclusione e dell'integrazione.
Cosa farà a Roma la cabina di regia di Raggi-Minniti sui migranti

"All’incontro, che si è svolto in un clima di grande collaborazione istituzionale – dice una nota del Ministero dell’Interno – hanno partecipato anche il Prefetto di Roma, Paola Basilone, e i più stretti collaboratori dei responsabili di Viminale e Campidoglio. L’incontro – prosegue la nota – è stato anche l’occasione per approfondire le indicazioni contenute nelle circolari antiterrorismo ‘Safety & Security’, in una città come Roma che, come è stato sottolineato, in particolare nella stagione estiva, vive di eventi e manifestazioni all’aperto. Il ministro Minnniti ha chiarito che le circolari non intendono in nessun modo limitare la partecipazione dei cittadini agli eventi ma rappresentano un’occasione per garantire la sicurezza in un clima di serenità nell’equilibrio delle misure assunte".

#raggi #minniti #migranti #cabinadiregia


caricamento in corso...
caricamento in corso...