Si getta nel Tevere romano: un'altra donna salvata in extremis

27 maggio 2015, Micaela Del Monte
Si getta nel Tevere romano: un'altra donna salvata in extremis
Un tuffo nel Tevere per togliersi la vita e un altro tuffo eroico per salvarla. Ancora un caso di tentato suicidio a Roma che si è concluso nuovamente con un salvataggio in extremis.

È il secondo caso nel giro di pochi giorni, infatti anche la settimana scorsa una donna si era gettata nel Tevere (all'altezza dell'Isola Tiberina) con l'intenzione di togliersi la vita, ma in quel caso un 32enne del Bangladesh riuscì a salvarla gettandosi anch'esso nel fiume. 

Lo stesso è accaduto la scorsa notte, intorno all'1:30, quando una turista americana di 23 anni, scavalcata la balaustra, si è lasciata cadere da Ponte Garibaldi. Per fortuna per la ragazza un carabinieri (fuori servizio e in abiti civili) passeggiava sul ponte proprio in quel momento: sceso in banchina l'uomo è entrato in acqua riuscendo ad agganciare la giovane utilizzando la cinta dei pantaloni.

Sul posto, nel frattempo, sono giunte anche altre pattuglie di carabinieri e polizia di Stato che lo hanno aiutato, non senza difficoltà, a tornare a riva. La ragazza, portata all'ospedale Fatebenefratelli, è risultata essere sobria. Ha riportato delle fratture a una gamba ed è stata dimessa con 30 giorni di prognosi. Lievi distorsioni alle caviglie, invece, per il militare e i colleghi accorsi ad aiutarlo. Ancora da accertare i motivi del gesto.
caricamento in corso...
caricamento in corso...