Champions League: dietrofront di Mediaset sulle partite della Roma

28 agosto 2015, intelligo
Champions League: dietrofront di Mediaset sulle partite della Roma
Oltre alla nota rivalità cittadina e al market pool (8-10 milioni in più nelle casse della società), molti tifosi giallorossi hanno esultato per la sconfitta della Lazio contro il Bayer Leverkusen anche per un altro motivo: la possibilità di vedere le partite della Roma in chiaro in Champions League.

Le parole del vicepresidente di Mediaset, Piersilvio Berlusconi, lo scorso 2 luglio, erano state chiare: “Se la Lazio non passa, le sei partite della Roma saranno visibili a tutti. Se invece si qualificherà, nella prima fase Roma e Lazio saranno visibili alternativamente”.

A poco più di 24 ore dalla sconfitta della Lazio, invece già è arrivato l’inaspettato dietrofront da parte di Mediaset. “L'azienda sta decidendo, tempo una settimana circa e sarà comunicato il programma che si è ritenuto più opportuno: non è detto che la Roma la si vedrà sempre in chiaro. Di sicuro c'è che la Juventus la si vede su Premium, almeno per la fase a gironi”. Queste le parole di Alberto Brandi, direttore responsabile di Premium Sport, contattato dal Corriere dello Sport.

Una dichiarazione che ha sorpreso molto (negativamente) i tifosi giallorossi e il tam tam sulle radio romane è già partito.
Aspettiamo la comunicazione ufficiale, si sta studiando al meglio il contratto per la Champions League, che concede la possibilità di scegliere quale partita mandare in chiaro - conclude Brandi - Comunque in altri paesi, come la Francia ad esempio, la Champions League si vede tutta solo in abbonamento, tranne la finale”.


Seguici su Facebook e Twitter


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...