Cicciolina dimenticata dai romani: solo 31 voti per l’icona sexy degli anni ‘80

28 maggio 2013 ore 19:12, Domenico Naso
Cicciolina dimenticata dai romani: solo 31 voti per l’icona sexy degli anni ‘80
Altro che Dolce Vita! Ai romani non piacciono i VIP, perlomeno non quando si buttano in politica. Il responso delle urne è stato spietato per alcuni volti noti che si erano imbarcati nelle corazzate dei vari candidati sindaco con la speranza di entrare trionfalmente in Campidoglio.
La delusione più cocente (“hot”, per così dire) è quella di Ilona Staller. Già parlamentare 25 anni fa del Partito Radicale, Cicciolina si era candidata nella lista del Partito Liberale. Ma il tempo passa per tutti, e i ricordi di molti maschi romani evidentemente erano offuscati. Risultato? 31 voti, quando mancano poco più di 40 sezioni al termine dello spoglio. Altro fiasco clamoroso è stato quello della criminologa più nota della tv, quella Roberta Bruzzone che oltre a parlare di crimini efferati, è diventata un personaggio cult, bonariamente sfottuto da Virginia Raffaele in una splendida imitazione a Quelli che... Per lei, più che un flop si può tranquillamente parlare di una carneficina: 36 voti. E via con l’analisi della scena del crimine. Altri ‘trombati’ eccellenti, anche se decisamente più politici di Staller e Bruzzone, Valentino Parlato, storica firma del Manifesto, e Barbara Contini, ex governatrice di Nassiriya e poi senatrice per Pdl e Fli. Parlato, candidato nella lista Repubblica romana di Sandro Medici, ha raccolto solo 164 preferenze, mentre l’ex senatrice, candidata del Centro Democratico di Tabacci, si è fermata a 144.
autore / Domenico Naso
caricamento in corso...
caricamento in corso...