Lazio, con Zingaretti-Lorenzin la sanità si rifà il look: arrivano 264mln

28 maggio 2016 ore 13:11, Micaela Del Monte
Nicola Zingaretti e Beatrice Lorenzin stringono il patto. Così il Presidente della Regione Lazio e il Ministro della Salute hanno presentato, con una stretta di mano, il Piano per l'edilizia sanitaria del Lazio.

Oltre 264 milioni di euro tra fondi statali e regionali per 87 cantieri. Gli interventi sono finalizzati alla riorganizzazione e ammodernamento tecnologico, alla manutenzione straordinaria, all'adeguamento e messa a norma, all'implementazione delle attività dei reparti e dei servizi delle Asl di Roma e provincia, delle Asl delle province del Lazio, e delle Aziende ospedaliere del territorio regionale. 

Lazio, con Zingaretti-Lorenzin la sanità si rifà il look: arrivano 264mln
La cifra verrà così ripartita: quasi 100 milioni per le aziende ospedaliere (San Giovanni Addolorata, San Camillo Forlanini, Policlinico Umberto I, Policlinico Tor Vergata, Inmi, Sant'Andrea e Ifo); quasi 124 milioni di euro per tutte le Asl di Roma e provincia e 41,6 milioni per le Asl delle province del Lazio: Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo. I 264 milioni di euro di nuovi investimenti della terza fase ex articolo 20, uniti ai 176 milioni di euro della legge del 98, che riguardano il policlinico Umberto I, porta l'investimento complessivo per la nuova rete sanitaria del Lazio a 440 milioni di euro. Tra gli interventi strategici quelli su 3 Hub (lavori all'Umberto I, Nuovo Ospedale dei Castelli e Ospedale Grassi di Ostia) e sulle Reti territoriali (ristrutturazione dei reparti di maternità, dei consultori, della rete dei Centri di Salute Mentale e le nuove Case della salute). 

Per quanto riguarda il Comune di Roma, nell'Asl Rm1 sono previsti 15 interventi per 20,9 milioni di euro (in particolare ammodernamento San Filippo Neri, Santo Spirito, Oftalmico e Centro tutela salute Sant'Anna); nell'Asl Rm2 sono previsti 12 interventi per 27,9 milioni (in particolare ammodernamento Pertini, Sant'Eugenio e Cto); nell'Asl Rm3 sono previsti 6 interventi per 16,7 milioni (in particolare per l'ampliamento del Grassi); nell'Asl Rm4 sono previsti 6 interventi per 11,8 milioni (in particolare per l'ospedale San Paolo di Civitavecchia e per la Casa della Salute di Rignano Flaminio); nell'Asl Rm5 sono previsti 6 interventi per 10,9 milioni (in particolare per il San Giovanni di Tivoli, l''ospedale di Palestrina, l'Angelucci di Subiaco e il Parodi Delfino di Colleferro); nell'Asl Rm6 sono previsti 5 interventi per 34,8 milioni (in particolare il Nuovo ospedale dei Castelli e l''ospedale di Anzio-Nettuno).

"È uno storico giro di boa — ha dichiarato Zingaretti — .In questi tre anni abbiamo rimesso a posto i conti, ripreso le assunzioni, mettendo a disposizione della rete ospedaliera nuovo personale". Ma non mancano le critiche: "La sanità regionale è ancora in grave sofferenza — ha dichiarato il consigliere Cuoritaliani- Roma Popolare Fabio De Lillo. — Basti pensare alle liste d’attesa, su cui anche il ministro Lorenzin ha richiamato l’attenzione". "Soddisfazione tanta ma trionfalismi zero — è il commento di Michele Baldi, capogruppo della Lista civica Zingaretti — almeno fino a quando non avremo azzerato gli ultimi 350 milioni di debito e recuperato 8.500 unità perse a causa del commissariamento con lo sblocco totale del turn over e l’uscita dal commissariamento stesso".
caricamento in corso...
caricamento in corso...