Thyssen, scontri fra operai e forze dell'ordine sotto l'ambasciata tedesca

29 ottobre 2014 ore 13:38, Adriano Scianca
Thyssen, scontri fra operai e forze dell'ordine sotto l'ambasciata tedesca
Momenti di tensione
poco fa davanti all'Ambasciata tedesca a Roma tra la polizia e centinaia di operai dell'Acciaieria di Terni (Ast) giunti a Roma per manifestare contro il piano industriale della ThyssenKrupp. Gli operai partecipano ad un sit in indetto dalla Fiom. “Hanno caricato i lavoratori, tre sono in ospedale”, ha detto il segretario generale Fiom, Maurizio Landini. “Ci hanno manganellato perché non volevano farci arrivare al ministero dell'Economia”, hanno testimoniato alcuni operai. La carica è avvenuta a piazza Indipendenza. Quattro operai sono stati soccorsi per ferite alla testa. I lavoratori di Ast stanno dirigendosi verso il Ministero dello Sviluppo economico. In tutto sono circa 600 i lavoratori dell'Ast di Terni venuti a Roma per protestare contro la decisione della ThyssenKrupp di licenziare 537 dipendenti dell'acciaieria. Gli operai ternani hanno raggiunto la Capitale a bordo di dieci pullman organizzati dalle Rsu e con auto privati e treni. Tra i vari striscioni esposti dai lavoratori anche uno in tedesco, con scritto “Non cancellerete 130 anni di storia”. Intanto l’amministratore delegato di Ast, Lucia Morselli, è arrivata intorno alle dieci della mattinata al ministero dello Sviluppo economico, per incontrare la ministra Federica Guidi. All’incontro ha partecipato anche il sottosegretario al Lavoro, Teresa Bellanova. Ai giornalisti che le chiedevano come fosse andato l'incontro, la Morselli ha risposto: “Benissimo”. Nessun altro commento sui contenuti della discussione, durata oltre due ore.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...