Il flash mob al Senato perché "c'è da spostare una macchina"... di Marino

29 ottobre 2014 ore 17:26, intelligo
Il flash mob al Senato perché 'c'è da spostare una macchina'... di Marino
“C’è da spostare una macchina”. E’ lo slogan del flash mob organizzato da Ncd davanti al Senato. Il messaggio è per il sindaco di Roma Ignazio Marino.
Protagonisti dell’iniziativa i giovani del partito di Alfano che si sono dati appuntamento al parcheggio di piazza San Luigi dei Francesi dove è parcheggiata la l’auto del primo cittadino. Insieme ai militanti di Ncd c’erano il coordinatore regionale Roberta Angelilli, i parlamentari Vincenzo Piso ed Eugenia Roccella e i consiglieri capitolini Foglietta, Paolo, De Napoli e Chinni. Sit-in con lo striscione “C’è da spostare una macchina” e sulle note della omonima canzone che i giovani alfaniani hanno intonato polemicamente. “Dopo la risposta arrivata dal Viminale all’interrogazione presentata dal senatore Augello - spiega una nota di Ncd - non vi sono più scuse: qualcuno deve spostare l’auto personale di Marino dal parcheggio del Senato, mettendo fine a questa vicenda paradossale e imbarazzante, che rappresenta una grave mancanza di rispetto nei confronti dei romani. Il sindaco deve dire addio a questo privilegio e rassegnarsi a trovare un’altra soluzione per posteggiare la sua Panda”. Non solo: i consiglieri comunali di Ncd Erbaggi e Consorti annunciano che continueranno la “mobilitazione finchè la macchina non sarà rimossa”. Ma non finisce qui. Sui Social la protesta nei confronti del sindaco della Capitale non si ferma: dalla Ztl off limits anche per gli scooter all’aumento dei ticket Atac, i cittadini chiedono a Marino di lasciare il Campidoglio. E’ il caso della pagina Facebook #Dimettitimarino, con tanto di petizione popolare on line.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...