M5S, fra Raggi e Taverna è antipatia familiare: "insulti" social al sindaco dalla sorella

03 gennaio 2017 ore 12:26, Americo Mascarucci
Che fra la senatrice 5Stelle Paola Taverna e il sindaco di Roma Virginia Raggi non corresse buon sangue è cosa nota dal momento che proprio la Taverna lasciò per prima il mini-direttorio romano chiamato a supportare la sindaca capitolina in polemica con le sue scelte politiche.
E sempre la Taverna in questi mesi non ha mai risparmiato frecciatine in direzione del Campidoglio.
Che però la Raggi non fosse amata nemmeno nel cerchio familiare della Taverna, questa forse è una novità.
Infatti l'ultima stoccata in direzione della sindachessa arriva dalla sorella della senatrice pentastellata, Annalisa Taverna, che con un post social non le manda a dire al primo cittadino donna della Capitale.
E la sua opinione, legittima senza dubbio, ma molto dura, riapre lo scontro all'interno del Movimento.
Ma cosa ha scritto di tanto dirompente la sorella di Paola Taverna?
Il post è un insieme di rimproveri alla Raggi, etichettata con epiteti non propriamente amichevoli o simpatici. 
Fa discutere soprattutto un passaggio in cui Annalisa Taverna scrive: "Datte na calmata e non rompere i ......altrimenti t’appendemo pe le orecchie ai fili dei panni sul balcone fino a che non rinsavisci perché non abbiamo nessuna intenzione di perdere un sogno, anni di lotta, sudore e sangue pe....... 
M5S, fra Raggi e Taverna è antipatia familiare: 'insulti' social al sindaco dalla sorella

L'altra Taverna è pronta anche a scendere in piazza se la Raggi non cambierà direzione di marcia.
"Io in piazza ci scendo volentieri - aggiunge -  ma con uno striscione del tipo 'hai in mano le sorti della città e quelle del Movimento. Una responsabilità enorme che hai deciso di affrontare da sola facendo piazza pulita dei 5 stelle. Adesso ti attaccano tutti e sei in mezzo al marasma ma me sembra il minimo. Il problema è che per le tue scelte nel marasma ci stiamo anche e soprattutto noi'".
Un post che la dice davvero lunga sull'aria che si respira nel Movimento e che sembra confermare quanto fra i grillini la sindaca sia percepita con sempre maggiore insofferenza. 
 
 

caricamento in corso...
caricamento in corso...