Terremoto a Roma? Più sui giornali: cosa vuol dire magnitudo 2.5

03 marzo 2016 ore 8:05, Andrea De Angelis
A volte parlare di terremoto vuol dire creare quell'attenzione da parte della popolazione anche funzionale alla ricerca di notizie, lettura di giornali e via dicendo. Insomma, la curiosità supera spesso la paura quando le scosse sono davvero minime, diciamo quasi fisiologiche. Così per soddisfarla occorre parlarne. Scriverne. 

Il caso di ieri può definirsi tipico in questo senso. Una scossa di magnitudo 2.5 non è di per sé una grande notizia. Certo, avvertire la popolazione è doveroso, ci mancherebbe altro. Non è questo il punto.  Anzi, potremmo dire che per fortuna non ne sono arrivate di più forti, ma di certo leggere "terremoto a Roma" crea agitazione. A prescindere. 
Capiamo allora cosa è successo e lo facciamo partendo dalla "Magnitudo Richter" con i relativi effetti del sisma:

0- 1,9 Può essere registrato solo mediante adeguati apparecchi.
2- 2,9 Solo coloro che si trovano in posizione supina lo avvertono; un pendolo si muove.
3- 3,9 La maggior parte della gente lo avverte come un passaggio di un camion; vibrazione di un bicchiere.
4- 4,9 Viene avvertito da molti; un pendolo si muove notevolmente; bicchieri e piatti tintinnano; piccoli danni.
5- 5,9 Tutti lo sentono; molte fessurazioni sulle mura; crollo parziale o totale di poche case; pericolo per la popolazione.
6- 6,9 Tutti lo percepiscono; panico; crollo delle case; rischio maremoto; popolazione in pericolo.
7- 7,9 Panico; pericolo di morte negli edifici; solo alcune costruzioni rimangono illese; maremoto; popolazione colpita.
8- 8,9 Ovunque pericolo di morte; edifici inagibili; onde alte fino a 40 metri.
9- 9,9 Totale allagamento dei territori in questione o spostamento delle terre e numerosissimi morti. Popolazione fortemente colpita.

Insomma, già questo basta a capire che quanto accaduto ieri non è di grande importanza. Ma diciamo comunque dove le "persone in posizione supina" lo hanno avvertito. 
L'epicentro, localizzato come riportano le agenzie tra i comuni di Fontenuova, Guidonia e Mentana è stato distintamente avvertito anche nei quartieri est della Capitale. L'ipocentro è stato localizzato ad una profondità di 10 chilometri. Non si sono registrati danni a persone o cose.


caricamento in corso...
caricamento in corso...