Totti (ri)entra nella storia: stupisce ancora contro il Real Madrid

30 luglio 2014 ore 11:50, Micaela Del Monte
Trentasette anni (quasi 38) e 21 stagioni in Serie A. Cinquecentosessantuno presenze e 235 reti, il che significa secondo posto nella classifica del marcatori della storia della Serie A, primo marcatore ancora in attività e record assoluto per reti segnate con la stessa maglia. Basterebbero questi numeri per capire che stiamo parlando di un fuori classe. Di uno di quelli che di questi tempi verrebbe pagato decine di milioni di euro, uno di quelli che qualsiasi squadra al mondo farebbe follie per avere nonostante ormai abbia quasi quarant'anni.
Totti (ri)entra nella storia: stupisce ancora contro il Real Madrid
Francesco Totti
di record ne ha battuti parecchi e continua a batterne ogni volta che scende in campo, ma la cosa che più stupisce di questo giocatore è che proprio a 37 anni emoziona e fa pelle d'oca anche a chi con la Roma ha poco a che fare. In realtà sarebbe inutile e stupido sprecare ancora parole su questo giocatore. Perché ammettiamolo, bisognerebbe essere ciechi o stupidi per non riconoscere la maestosità di questo gioiello del calcio italiano che purtroppo è stato stigmatizzato e trattato come non meritava più volte. A volte ha sbagliato lui in prima persona, ma altre volte è stato usato come capro espiatorio anche proprio dai suoi tifosi. Forse per invidia, forse perché romano e romanista, forse solo perché non ha mai avuto i giusti estimatori, ma lui è sempre andato oltre e ha continuato per la sua strada, come se l'unica cosa che importasse al mondo fosse quella maglia rosso pompeiano e quel pallone che aveva tra i piedi da quando ne ha memoria. Null'altro.
Totti (ri)entra nella storia: stupisce ancora contro il Real Madrid
Ma Francesco, oltre a tutto questo, continua a far parlare di sé e questa volta "semplicemente" perché all'alba della sua 22° stagione con la maglia della Roma, nella turnè precampionato negli Stati Uniti, in un amichevole contro il Real Madrid, fa e continua a fare, quello che i 22enni non fanno. Corre, recupera palle, fa assist e segna. Segna, sempre, come se fosse nel fiore degli anni, come se per lui il tempo non passasse. E sicuramente non è un caso se dopo la partita di questa notte "Totti" sia tra le tendenze di Twitter. Totti fa parlare di sé, perché in pochi capiscono come possa ancora avere quella forma fisica, in pochi capiscono come Francesco possa aver vinto così poco in carriera. Ma forse a Francesco non importa, perché ha scritto e continuerà a scrivere (sperano i romanisti) ancora per molto la storia di Roma e della Roma. Ecco le reazioni alla prestazione e al gol di questa notte contro il Real Madrid:        
caricamento in corso...
caricamento in corso...