Terrorismo Giubileo, Taverna (5S): “Vergogna Marino! E su caso Atac pronti a incatenarci per l’autista sospeso”

30 luglio 2015, Andrea Barcariol
Terrorismo Giubileo, Taverna (5S): “Vergogna Marino! E su caso Atac pronti a incatenarci per l’autista sospeso”
“Marino bocciato su tutta la linea”. Non ha dubbi Paola Taverna, senatrice del Movimento 5 Stelle, che intervistata da IntelligoNews commenta l'attualità politica legata alla nuova giunta al caso Atac, passando per Fiumicino fino al Giubileo.

Il sindaco Marino ha detto: “Non ho la possibilità di difendere Roma dal terrorismo con la polizia locale”. Come giudica questa frase?

«Questo sindaco sta dimostrando quotidianamente non solo di non essere capace di dare soluzioni ma anche di non lavorare su queste soluzioni. Questa frase non significa nulla, cosa vuole che militarizziamo la città. Lui non ha la possibilità di difendere la città perché Roma sotto il profilo amministrativo è completamente abbandonata. Marino è incapace di gestire qualunque cosa, figuriamoci il terrorismo, abbiamo una città con la gente accalcata sulle banchine della metro che non funziona e la mafia che ha continuato a operare indisturbata. La sua è una frase vergognosa, anche per creare quella sensazione di panico e di sfiducia che ormai ha colpito i romani, oppure si sta solo preparando per lasciare tutto nelle mani di un Pd che non sa cosa fare di questa città o semplicemente se ne sta già lavando le mani. Questa persona comincia a farmi paura. Il Pd sta commissariando il Comune con un partito, lo lascino fare a Gabrielli e ci facciano votare, però sanno benissimo che questa volta il Movimento 5 Stelle a Roma vincerebbe, è tangibile, è palese, abbiamo riscontri continui dalla popolazione che si è resa conto che tutti questi disservizi dipendono da un disegno preciso: distruggere il servizio pubblico per poterlo privatizzare. Marino deve andarsene, adesso ha messo ai trasporti un assessore che viene da Moncalieri e al bilancio Causi, uno che era assessore ai tempi di Veltroni e ha lasciato 12 miliardi di buco. Forse è venuto a completare l’opera».

Che idea si è fatta della vicenda dell’autista Atac, fan di Grillo, sospeso dopo il video pubblicato su Internet e delle diverse posizioni di Marino ed Esposito?

«Si ricordano del codice etico solo ora per mettere alla porta l’unica persona che si è degnata di dire le vere motivazioni per cui l’Atac non funziona più. Quel ragazzo ha detto assolutamente la verità e per tutta risposta hanno pensato bene di sbatterlo fuori. Per questo il M5S di Roma ha messo un avvocato a sua disposizione. Mi sembra che l’assessore Esposito abbia preso le sue difese solo per farsi accettare dai romani che non vedono di buon occhio una giunta che proviene da tutta Italia e non conosce i problemi della città. Esposito è stato messo lì da Renzi, per commissariare la giunta, è lo stesso che sbandiera quanto sia bella la Tav. Per il resto Atac paga una malagestione che dura da decenni, i numeri ormai si sanno, ci sono più amministrativi che autisti, 70 dirigenti prendono quanto 1.000 autisti che ormai hanno paura a fare alcune tratte. Il parco auto è il più vecchio e il peggiore d’Europa. Stanno facendo fallire l’azienda per privatizzarla, ma questa volta si attaccano perché veramente ci incateniamo insieme agli autisti dell’Atac. Abbiamo una manica di delinquenti e di buffoni che ci governa da 20 anni».


Anche oggi un black out a Fiumicino. Un brutta immagine per una città candidata alle Olimpiadi.

«Inaccettabile non è l’incendio ma la mancanza cronica di manutenzione. Ripeto, stanno mandando a morire questa città perché la devono smembrare e ci devono speculare sopra. Fiumicino è uno snodo fondamentale, l’Alitalia dove va? Dobbiamo solo far gestire questo Paese da persone oneste, tutti i problemi vengono a seguire.

Un voto a Marino?


«Marino è bocciato su tutta la linea».



Seguici su Facebook e Twitter
caricamento in corso...
caricamento in corso...