Chi è Massimo Colomban il nuovo assessore alle Partecipate: da imprenditore a politico

30 settembre 2016 ore 14:03, intelligo
Chi è Massimo Colomban, quello che secondo le ultime notizie è il prescelto a vestire i panni di assessore alle Partecipate in Campidoglio? 

E' un imprenditore trevigiano Massimo Colomban, fondatore di Permasteelisa, una società italiana di costruzioni quotata alla Borsa di Milano partendo da una piccola azienda chiamata Isa (Industria serramenti in alluminio) e leader nelle architetture monumentali. Colomban non è uno sconosciuto nel mondo della Casaleggio Associati. Pare fosse molto vicino a Gianroberto Casaleggio e che abbia avuto un ruolo importante nella Confapri, associazione che da sempre ha trattenuto legami con i vertici e i parlamentari 5 stelle con tanto di eventi e tavole rotonde. Fu proprio Colomban a organizzare i primi incontri tra il guru del Movimento e alcuni imprenditori prima delle elezioni nazionali del 2013. "Quando una persona così giovane manca improvvisamente - affermò  Colomban quando scomparve Gianroberto – è sempre un dolore. Gli va dato atto che si è schierato al fianco dei più deboli contro i poteri forti".

A sostenere la candidatura di Colomban c'è anche Luca Zaia, governatore del Veneto: "Faccio i miei più sinceri auguri a Massimo Colomban, che è anche un mio amico. Spero che il suo lavoro porti ottimi frutti, anche perché ogni euro risparmiato sugli sprechi di Roma si può tradurre in qualche euro di tasse in meno pagate dai veneti".

"Colomban cambia radicalmente vita - rileva Zaia -; passa da imprenditore che giudica chi amministra ad amministratore che sarà giudicato dagli altri, come dire che passa dalla tribuna da dove è spesso facile criticare chi gioca in campo, al campo in prima persona. Una scelta che hanno fatto molti altri imprenditori rendendosi conto, spero, che quasi sempre una cosa è dare la ricetta agli altri e un’altra curare davvero". "È un po’ quello che è successo ai grillini - aggiunge - fino a che erano solo dalla parte dei giudicanti hanno fatto la morale a tutti, adesso che governano la capitale, la morale se la sentono fare dagli altri. Governare è difficile per tutti e non lo si fa certo con dichiarazioni e banalità, ma con un duro lavoro quotidiano".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...