"Chi scappa dalla guerra non merita rispetto". CasaPound: "Cosa scritto davvero"

31 gennaio 2017 ore 15:48, intelligo
Casapound choc: "Chi scappa dalla guerra non merita rispetto". Ma davvero gli striscioni apparsi oggi nelle città, raccontano questa tragedia con queste poche e secche parole? IntelligoNews lo ha chiesto a Simone Di Stefano, vice presidente di CPI, che ha rilasciato anche un commento sui risultati dell'inchiesta sugli anarchici relativamente all'irruzione nella libreria del movimento. 
'Chi scappa dalla guerra non merita rispetto'. CasaPound: 'Cosa scritto davvero'
'Chi scappa dalla guerra, abbandonando genitori, moglie e figli non merita rispetto". E' il testo degli striscioni a firma Casapound Italia spuntati questa mattina in un centinaio di città italiane. E' tutto vero o ha qualcosa da aggiungere? 

"Mancano quattro parole, manca il resto dello striscione, chi scappa dalla guerra e abbandona genitori moglie e fgigli non merita rispetto. C'è una differenza notevole". 

Quindi il rispetto va ai siriani che affrontano la traversata per salvare se stessi e le famiglie da una guerra? 

"Qui parliamo di chi viene qua dal Senegal, dal centro Africa ed è grande e grosso, pesa 90 kg e dice che è un profugo e se ne sta quattro anni in un centro di accoglienza. Questo è. E comunque sia, anche un maschio siriano che scappa dalla guerra per venire in Europa lasciando lì sotto i bombardamenti la tua famiglia, cosa sei venuto a fare? Dov'è la tua famiglia, dove sono i tuoi figli lì a morire? 
Questo è il concetto". 

Oggi da Firenze giunge la notizia di 3 arresti domiciliari ed altre 7 misure cautelari in merito all'inchiesta sugli anarchici. Ci sono gli indagati accusati anche dell'irruzione nella libreria di CasaPound. Sapete qualcosa? E volete esprimere la sua soddisfazione? 

"Non sappiamo niente e la magistratura sta facendo il suo lavoro, finalmente dopo una serie di episodi criminosi nei i nostri confronti qualcosa si muove. Chi con la violenza cerca di impedire lo svolgimento dell'altrui attività politica, secondo le regole, deve essere punito. Fino ad ora  in tanti hanno attaccato le nostre sedi, mettendo anche bombe carta e magari sono rimasti anche impuniti". 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...