Roma, caos e incendi dei movimenti per la casa sulla tangenziale est

31 luglio 2015, intelligo
Roma, caos e incendi dei movimenti per la casa sulla tangenziale est
Non c'è pace per i romani, neanche a fine luglio. Questa mattina traffico in tilt sulla tangenziale Est di Roma per la protesta dei movimenti per la casa e Action contro gli sfratti e gli sgomberi, nella zona di San Giovanni. Gli attivisti hanno dato fuoco a cassonetti e materassi facendo una barricata per impedire l'accesso alla tangenziale, all'altezza tra viale Castrense e via Nola.

Scene di guerriglia urbana che hanno costretto all'intervento  polizia e vigili del fuoco che hanno spento le fiamme e sono al lavoro per ripristinare la circolazione nell'ora di punta, con i cittadini in auto per raggiungere il posto di lavoro.

Distribuiti dai manifestanti dei volantini dal contenuto inequivocabile: "Sarà un'emergenza che vi seppellirà. Stop sfratti e sgomberi, la vera resistenza contro lo sgombero di Castrense perché vengono prima le persone, prima di tutto anche della legge perché abbiamo bisogno di case, diritti, reddito non polizia e squadracce speciali, perché insieme possiamo tutto".

Action sulla propria fanpage spiega: “Oggi 31 luglio è annunciata la chiusura del caat di viale castrense. I movimenti che da giorni chiedono un confronto serio alle forze politiche comunali, non ci stanno e questa mattina hanno bloccato la tangenziale assieme alle famiglie che per la maggiore rimarranno per strada dopo 10 anni di residenza. Questa chiusura senza assegnazioni di case popolari per gli abitanti aventi diritto, come a breve succederà per l’occupazione di viale Carlo Felice, avviene nella totale violazione delle delibere 206/07 e 124/11 della giunta capitolina che prevedono le quote di riserva erp. Per questo chiediamo un incontro immediato al sindaco”.

Seguici su Facebook e Twitter

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...