La Roma liberata di Marino. Multietnica come il quartiere che ha visitato

04 giugno 2013 ore 11:41, Marta Moriconi
La Roma liberata di Marino. Multietnica come il quartiere che ha visitato
«Oggi c'è una grande assonanza tra il nostro slogan 'liberiamo Roma' e il 4 giugno, anniversario della liberazione di Roma dal nazifascismo. Così come 69 anni la Capitale è stata liberata dai nazifascisti, noi speriamo di liberarla di nuovo lunedì». Ad affermarlo il candidato a sindaco di Roma per il centrosinistra Ignazio Marino proprio nella ricorrenza di uno dei episodi principali della Campagna d'Italia della Seconda Guerra Mondiale. Il medico del Pd è impegnato in questi giorni nel suo tour elettorale, e oltre che a tentare di vincere sta tentando anche di convincere i suoi elettori. Oggi lo fa dalla scuola elementare "Di Donato", in via Nino Bixio, nel multietnico quartiere dell'Esquilino (e non è un caso). E’ lì che un bambino, Davide della II A, gli si è avvicinato e gli ha detto: «Se vince Alemanno, non vado più a scuola». E nella giornata dedicata alla scuola è Ileana Piazzoni, parlamentare di Sinistra ecologia e libertà ad informare di un’ iniziativa di volantinaggio, questa mattina e questo pomeriggio. «Si tratta di un'iniziativa specifica per Roma, per le elezioni» ha dichiarato la Piazzoni. Insomma Marino dice no ai manifesti, sì ai volantini per liberare la sua Roma multietnica da Alemanno.
caricamento in corso...
caricamento in corso...