Alemanno contestato alla Garbatella. Per caso o per costruire un caso? W la campagna elettorale

04 giugno 2013 ore 20:18, intelligo
Alemanno contestato alla Garbatella. Per caso o per costruire un caso? W la campagna elettorale
Contestazione per il sindaco di Roma Gianni Alemanno, durante il tour elettorale oggi alla Garbatella. Ma è un déjà vu, infatti era già avvenuta in precedenza. Lì il centro-destra non è amato e si sa. E a Roma la notizia si commenterebbe così, a questo punto: ma perché c’ha rifatto? E’ vero anche che la libertà di espressione è costituzionalmente tutelata. Tuttavia suona un po’ strumentale la dichiarazione rilasciata appena dopo dal Comitato elettorale Alemanno Sindaco: ''Quanto accaduto alla Garbatella è un fatto gravissimo. Un'aggressione vergognosa al sindaco Alemanno da parte di gruppi di attivisti dei centri sociali mentre svolgeva i suoi incontri sul territorio con i cittadini. Un clima di tensione e di odio da parte di chi vuole fomentare gli animi in questo ultimo scorcio di campagna elettorale". Ma come? Perché tutto questo stupore? Magari la polemica è utile per muovere quegli ultimi indecisi che non lo vorrebbero votare, ma che sono profondamente anticomunisti? L’ingenuità, infatti, non è qualità di un politico. E a suggellare il sospetto la conclusione della nota ufficiale: "Tra questi anche esponenti ed eletti della sinistra estrema, lastessa sinistra alleata con il candidato Marino - ha concluso - Impedire a un cittadino, a maggior ragione al sindaco in carica, di esprimersi liberamente e confrontarsi con i cittadini e' la vera formadi fascismo''.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...