"Marino chi?" La bastonata al sindaco di Acea dopo quella della Madia

05 giugno 2014 ore 11:59, Giuseppe Tetto
'Marino chi?' La bastonata al sindaco di Acea dopo quella della Madia
Per Acea oggi è un giorno importante perché si dovrebbe deliberare la riduzione del Cda da 9 a 7 membri e il cambio di management.
“È una giornata importante dalla quale ci aspettiamo un ulteriore rilancio di una azienda che è un fiore all'occhiello non solo per Roma ma per tutto il Paese", ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino, arrivando all'assemblea dei soci Acea. Il primo cittadino della Capitale però è stato “vittima” di uno strano fuori programma: all'ingresso del centro congressi La Fornace dove si svolge la riunione a Marino, infatti, è stato chiesto di mostrare carta di identità e documenti. "Mi hanno voluto riconoscere - ha commentato sorridendo con i cronisti presenti - d'altra parte sono solo un azionista". Parte dunque in salita la lunga giornata di Marino che nell'ordine del giorno ha anche il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013, la deliberazioni relative alla destinazione del risultato dell'esercizio 2013 e relazione sulla remunerazione. A distendere un pò gli animi ci ha pensato il presidente Acea Giancarlo Cremonesi  che ha ceduto la guida dell'assise a Enrico Laghi, presidente del collegio sindacale: "Per contribuire a un clima sereno io ritengo che essendo in alcuni punti parte in causa, preferisco non dirigere questa assemblea e cedo la guida a una persona sopra le parti, il presidente del collegio sindacale", ha detto Cremonesi. Fatto sta che questo per Marino non è proprio un periodo facile: prima le dichiarazioni del ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia che chiedeva un maggiore “rinnovamento” nella guida della capitale e oggi il "qui pro quo" con l’usciere del palazzo Acea. Sembra che il Sindaco di Roma debba fare i salti mortali per attirare su di se attenzione (positiva). Altrimenti c’è che fra qualche tempo chiedendo in giro di lui qualcuno potrebbe rispondere: “Marino chi?”
caricamento in corso...
caricamento in corso...