La "coscienza" della Santanchè incombe su Alfano

05 novembre 2014 ore 15:38, intelligo
La 'coscienza' della Santanchè incombe su Alfano
A giudicare dalle dichiarazioni che precedono il voto sulla mozione di sfiducia presentata da Sel-M5S e firmata anche dalla Lega, quello di Daniela Santanchè non sarà il voto di Fi.
Il capogruppo degli azzurri a Montecitorio Renato Brunetta ha già detto che il partito voterà no alla sfiducia nei confronti del ministro dell’Interno, come pure il Pd che con Ncd sta al governo. La Santanchè, grande accusatrice politica di Alfano per la scissione da Forza Italia, non ci gira intorno: “Oggi per me è obiezione di coscienza sulla richiesta di votare contro la sfiducia al ministro Alfano. C’è un problema politico irrisolto nei confronti di un uomo che ha tradito il presidente Berlusconi e ha provocato per interesse personale una scissione nel nostro movimento politico. E c’è un problema nel merito della vicenda. Ancora una volta infatti il ministro Alfano ha mentito al Parlamento e tenta di scaricare sulle forze di polizia errori e incapacità che sono solo suoi”. Insomma, un voto (contrario), annunciato.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...