Brunetta fa il Pannella: controlliamo la Rai di sinistra

05 settembre 2013 ore 17:41, Utente1
Brunetta fa il Pannella: controlliamo la Rai di sinistra
di Orietta Giorgio
. Questa mattina, durante una conferenza stampa a Montecitorio, Renato Brunetta ha presentato il sito internet www.raiwatch.it, un nuovo strumento interattivo attraverso il quale tutti i cittadini avranno modo di valutare i programmi trasmessi dalla Rai. Sul sito ogni utente potrà dire la propria sul contenuto del palinsesto in nome di una trasparenza dovuta agli telespettatori affezionati.  All'incontro con i giornalisti hanno partecipato anche il vicepresidente della Commissione di Vigilanza, Giorgio Lainati, il capogruppo del Pdl in Commissione, Luca D'Alessandro e il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, anch'egli membro della Commissione di Vigilanza Rai. Il nuovo strumento interattivo si pone l’obiettivo di monitorare le reti Rai e valutare tg e programmi in termini di pluralismo d’informazione.  L’intento è garantire imparzialità.  Brunetta ha fatto sapere ''che attraverso lo studio dei dati forniti dalla medesima Rai e dall'Osservatorio di Pavia è stato possibile accertare che l'editore reale non è quello giuridico, non sono i cittadini, come dimostrano i contenuti delle principali trasmissioni caratterizzati da squilibrio e mancanza di pluralismo. C’è infatti un enorme sbilanciamento a favore dei partiti di sinistra, in particolare del Partito democratico, editore effettivo, e delle correnti culturali di impronta radical chic''. La “Rai appartiene ai cittadini italiani” ed è per questo che ogni singolo telespettatore avrà la possibilità di utilizzare un sito dove poter  dire liberamente la propria idea. Raiwatch sarà un nuovo strumento di democrazia. La “Rai sei tu”, “l’abbonato ha sempre un posto in prima fila”, questi gli slogan più famosi della televisione di Stato, adesso, finalmente, l’abbonato avrà diritto ad esprimere la propria opinione. Come si legge sulla home page del sito: “Fra i tanti canali è sempre mancato quello interattivo che permetta a tutti, e non solo a chi possiede il dispositivo auditel, di dire la propria sul servizio offerto, sulla serietà dei contenuti, sull’equilibrio e sul pluralismo delle trasmissioni Rai, cioè della coerenza della radio-televisione di Stato con la sua missione di servizio pubblico. Da oggi noi colmiamo questa lacuna. Da oggi, con questo sito, gli abbonati sono “in prima fila” e con diritto di parola.” I cittadini saranno gli osservatori, in un gioco di specchi, della televisione che osserva il mondo e che ci osserva. E questa volta potranno giudicare. “La televisione non è la verità! La televisione è un maledetto parco di divertimenti, la televisione è un circo, un carnevale, una troupe viaggiante di acrobati, cantastorie, ballerini, cantanti, giocolieri, fenomeni da baraccone, domatori di leoni, giocatori di calcio! Ammazzare la noia è il nostro solo mestiere.” (Peter Finch, in Quinto potere, 1976)
autore / Utente1
caricamento in corso...
caricamento in corso...