Roma, i centristi di Mauro con la Meloni. Sgambetto a Marchini e Berlusconi

06 maggio 2016 ore 16:50, Americo Mascarucci
Sono cinque le liste che sosterranno la candidatura di Giorgia Meloni nella corsa al Campidoglio. 
Oltre a Fratelli d'Italia e la Lega-Noi con Salvini ci sono la Federazione popolare per la libertà, il Partito liberale italiano e la lista civica 'Con Giorgia Meloni sindaco'. 
La Federazione Popolare per la Libertà è il partito che fa capo all'ex ministro della Difesa Mario Mauro, ex europarlamentare di Forza Italia e del Popolo della Libertà, poi ministro della Difesa con Scelta Civica e oggi a capo dei Popolari per l'Italia, gruppo centrista che da tempo è in rotta di collisione con i cugini di Area Popolare (Ncd-Udc) per il sostegno al Governo Renzi.
L'appoggio di Mauro, per quanto non rilevante dal punto di vista della forza elettorale, assume però un forte significato simbolico

Roma, i centristi di Mauro con la Meloni. Sgambetto a Marchini e Berlusconi
Infatti offre l'opportunità alla Meloni di dimostrare come la sua candidatura non possa essere considerata di "estrema destra" come tendono invece ad etichettarla dalle parti di Alfio Marchini, sostenuto oltre che da Alfano e Casini anche da Forza Italia e da Silvio Berlusconi.
La presenza in squadra dei centristi di Mauro e dei liberali senza ombra di dubbio mitiga e di molto la connotazione lepenista della coalizione.
"C'è chi dice che io uso la mia candidatura per ragioni di carattere nazionale - ha spiegato Meloni durante la presentazione della sua squadra - casomai è il contrario, metto la mia autorevolezza da leader nazionale per aiutare una città che va difesa".
La sfida è partita: contro Renzi e ilm Pd sicuramente, ma l'avversario da battere, inutile girarci intorno è Marchini. Battere il candidato sostenuto da Forza Italia rimescolerebbe i rapporti di forza all'interno del centrodestra. In caso contrario invece.....



caricamento in corso...
caricamento in corso...