M5S, spuntano chat di Casalino su Raggi: "Il falso qui non è grave"

06 ottobre 2017 ore 11:06, Americo Mascarucci
Nuova Bufera sul Movimento 5Stelle. Repubblica ha pubblicato le presunte chat segrete interne al Movimento da cui si evincerebbe come la linea assunta dai grillini dopo la richiesta di rinvio a giudizio del sindaco di Roma Virginia Raggi per falso in atto pubblico nella vicenda relativa alle nomine in Campidoglio, sarebbe stata il frutto di una precisa strategia comunicativa che avrebbe come principale regista Rocco Casalino coordinatore della comunicazione a 5S e noto al grande pubblico per la partecipazione alla prima edizione del Grande Fratello. Molti sono infatti rimasti perplessi dalla posizione assunta tanto dalla Raggi che dal Movimento sulla vicenda: ha sorpreso soprattutto l'intenzione evidente di far passare in secondo piano la richiesta di rinvio a giudizio per falso in atto pubblico relativa alla promozione a dirigente di Raffaele Marra, rispetto alla richiesta di archiviazione per l'accusa di abuso d'ufficio in per la promozione di Salvatore Romeo a capo della segreteria del sindaco. Da più parti era stato fatto notare come l'accusa di falso in atto pubblico non fosse affatto meno grave di quella di abuso d'ufficio come invece sono sembrati voler far credere Grillo e company.
M5S, spuntano chat di Casalino su Raggi: 'Il falso qui non è grave'

LE CHAT INCRIMINATE
Dalle chat pubblicate da Repubblica emergerebbe il ruolo chiave di Casalino nell'imporre questa linea al Movimento nonostante le perplessità di alcuni parlamentari, come ad esempio il romagnolo Vittorio Ferraresi laureato in Giurisprudenza. A Ferraresi che evidenziava come il reato di falso per certi versi potrebbe essere addirittura più grave dell'abuso d'ufficio, Casalino, stando alle chat pubblicate oggi avrebbe risposto così: "Le 2 accuse che riguardano Marra e Romeo di abuso di ufficio. Quelle per cui è stata massacrata. Resta il falso. Che può essere molto grave, ma in altri casi, non in questo". 
Come dire: siccome i media si sono appassionati di più alla vicenda delle polizze di Romeo intestate a Raggi e alla promozione di quest'ultimo a capo della segreteria del sindaco piuttosto che alla nomina del fratello di Raffaele Marra, è giusto evidenziare che su Romeo i pm non hanno riscontrato reati. Ed ecco che tutti si sono adeguati alla linea, anche se poi non sono mancati i distinguo come quello del parlamentare Carlo Sibilia. Va ribadito che entrambe le richieste, sia quella di rinvio a giudizio per falso che la richiesta di archiviazione per abuso d'ufficio, dovranno ora essere vagliate dal Gip. 
Ma il fatto che le chat riservate siano finite ancora una volta in mano ad un giornalista stanno a dimostrare per l'ennesima volta come il clima all'interno dei 5S sia tutt'altro che idilliaco. Una gola profonda ha fatto trapelare all'esterno conversazione private. Che l'obiettivo della presunta gola profonda sia stato proprio Casalino? O forse il nuovo leader pentastellato Luigi di Maio che si è subito adeguato alla linea ultra garantista pro Raggi? 

#M5S #chatsegrete #raggi


caricamento in corso...
caricamento in corso...