Via Crucis per le donne crocifisse, don Bonaiuto: "Ora legge contro clienti prostitute"

07 aprile 2017 ore 14:42, Americo Mascarucci
Partirà stasera alle ore 19 presso il Ponte Spizzichino in zona Garbatella, la Via Crucis per le donne crocifisse. L' evento è organizzato dalla Comunità "Papa Giovanni XXIII" di don Oreste Benzi e ha ricevuto nei giorni scorsi la "benedizione" ufficiale da parte di Papa Francesco. Il Santo Padre infatti nel corso dell'udienza generale in piazza San Pietro ha detto: "Saluto la Comunità Papa Giovanni XXIII e, mentre esorto a continuare l’opera in favore di ragazze sottratte alla prostituzione, invito i romani a partecipare alla Via Crucis per le donne crocifisse che avrà luogo venerdì 7 aprile alla Garbatella". 
L'evento è nato per sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo al dramma delle donne vittima di tratta, rese schiave per il racket della prostituzione. "Siamo grati al Santo Padre per le sue parole di incoraggiamento e l'invito a partecipare alla Via Crucis per le donne crocifisse — commenta Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII — La sua attenzione per questa piaga sociale ci incoraggia a proseguire con maggiore impegno la liberazione delle ragazze".
Via Crucis per le donne crocifisse, don Bonaiuto: 'Ora legge contro clienti prostitute'
 L'evento è patrocinato da molte realtà istituzionali, civili, associazioni religiose e vedrà la straordinaria presenza delle Fiamme Oro della Polizia di Stato, delle Fiamme Gialle, delle donne dell'Arma dei Carabinieri, della Gendarmeria Vaticana e dalle donne della Polizia Municipale. Insieme porteranno la Croce. Saranno anche presenti, portando la Croce, il Ministro degli Esteri Angelino Alfano, il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, doversi magistrati ed altre autorità. 
Intelligonews ha contattato don Aldo Bonaiuto, organizzatore e coordinatore dell'evento giunto alla terza edizione.

Perché quest'anno avete scelto la Garbatella?

"Perché purtroppo in quelle strade, così come sulla Cristoforo Colombo si consuma il vergognoso mercato della tratta della prostituzione schiavizzata. Si incontrano donne giovanissime messe in vendita dalla criminalità organizzata e dal racket della prostituzione per soddisfare i bisogni perversi di migliaia di uomini che ritengono di avere il diritto di comprare il corpo di queste ragazzine che potrebbero avere la stessa età delle loro figlie. Per questo abbiamo promosso la terza edizione di questa via crucis per le donne crocifisse, una via crucis simbolica, perché sulla tratta della prostituzione ci si può soltanto unire per gridare lo sdegno per tanto orrore. Una donna non può essere messa in vendita e circa il 40% di queste sono pure minorenni. Nelle ragazze che accogliamo nelle nostre case vediamo la morte, tante di loro non riescono a ricominciare una nuova vita perché hanno sempre la mente rivolta alle violenze e alle umiliazioni subite".

Alla politica cosa chiedete?

"Abbiamo dato vita ad una petizione per chiedere l'approvazione della proposta di legge dell'onorevole Dini che chiede di colpire il cliente, responsabile della tratta quanto lo è lo sfruttatore. Una legge che scoraggi la domanda, visto che lo sfruttamento esiste perché c'è un mercato vergognoso alimentato da rapporto dmanda-offerta, cliente-sfruttatore. Stasera difenderemo la dignità delle donne e chiediamo a tutti di unirsi a noi raccogliendo l'invito del Santo Padre. Importante la presenza del presidente Tajani che dimostra l'attenzione dell'Europa per un problema che non interessa soltanto l'Italia e quella del Ministro degli Esteri Alfano che invece sta a testimoniare l'attenzione per le tante donne straniere che giungono in Italia e finiscono vittime del mercato della prostituzione"



caricamento in corso...
caricamento in corso...