Un superwall per riqualificare le zone degradate. A Roma gli street artists godono

07 giugno 2013 ore 15:18, Marta Moriconi
Un superwall per riqualificare le zone degradate. A Roma gli street artists godono
Un muro di 300 mq ospiterà opere di street artist e i proventi saranno destinati al miglioramento degli spazi pubblici. Il primo progetto sostenuto da Warner Bros per “L’uomo d’acciaio”, il nuovo colossal in uscita il 20 Giugno nelle sale italiane.  Un super muro proprio mentre a Roma si parlerà già di vincitori e vinti. E oltre ad un nuovo sindaco, Roma avrà un super eroe che scenderà in campo per lei. Istituzioni, creativi e artisti per risolvere i problemi delle zone degradate della città. La gigantesca parete di 300 mq posta sulla trafficata via Cristoforo Colombo a Roma, sulla facciata esterna della ex Fiera della capitale, sarà così visibile a tutti. Brand e aziende, è riportato nella nota ufficiale, saranno così impegnate alla riqualificazione del sovrappasso pedonale della Garbatella nel Municipio XI. E la Warner Bros è la prima a scendere in campo per la riqualificazione capitolina, certo, a modo suo. La pellicola firmata Warner Bros, in uscita il prossimo 20 giugno nelle sale italiane, almeno non rimpinguerà solo le casse dei produttori.
caricamento in corso...
caricamento in corso...