Fassina come Berlusconi: "A Roma scheda bianca al ballottaggio"

07 giugno 2016 ore 12:14, Americo Mascarucci
"Siamo orientati a votare scheda bianca".
Così Stefano Fassina leader di Sinistra Italiana e candidato sindaco di Roma al primo turno delle elezioni amministrative risponde così a quanti chiedono chiarimenti sull'orientamento di voto in vista del ballottaggio nella Capitale.
Dopo Silvio Berlusconi, che ieri ha già annunciato di non scegliere nè la Raggi, né Giachetti votando scheda bianca, ora la stessa posizione arriva da Fassina. Il quale sa perfettamente che il suo elettorato è molto diviso da questo punto di vista fra chi come Sel non è pregiudizialmente ostile al Pd e chi invece guarda con simpatia al Movimento 5 Stelle.
"Riguardo il ballottaggio - ha spiegato Fassina - Roberto Giachetti vuole tornare alla Roma degli anni duemila, che per noi è stata l'origine dei problemi odierni. Virginia Raggi parla di onestà, ma non la collega alla giustizia sociale. Per questi motivi non ci sono le condizioni per convergere su nessuno dei due candidati. Domani ci riuniremo come Sinistra italiana, ma siamo orientati a votare scheda bianca".
Questo l'orientamento ufficiale, ma poi gli elettori di sinistra faranno altrettanto? Oppure come probabilmente molti di quelli di Forza Italia sceglieranno di barrare uno dei due candidati?

Fassina come Berlusconi: 'A Roma scheda bianca al ballottaggio'
Tuttavia quella della scheda bianca al momento sembrerebbe una strada obbligata visto che, convergere su Giachetti significherebbe far vincere Renzi. Il premier da una possibile vittoria a Roma come a Milano ricaverebbe linfa vitale per restare in sella sia al Governo che alla guida del partito. 
Votare i 5Stelle però al tempo stesso potrebbe significare appaltare i voti della sinistra a Grillo e company prospettiva non proprio entusiasmante per chi conta di ricostruire nel Paese una cosiddetta "area sociale".
E così incredibilmente la scheda bianca sembra unire Fassina e Berlusconi, "il diavolo e l'acqua santa". Ma chi dei due è davvero il più anti-renziano?
caricamento in corso...
caricamento in corso...