Roma e Lazio. Arsenico e fluoruri: l'allarme cresce, come l'aumento di alcuni tumori

07 marzo 2014 ore 17:10, Micaela Del Monte
Roma e Lazio. Arsenico e fluoruri: l'allarme cresce, come l'aumento di alcuni tumori
Arsenico nell'acqua: a Roma da giorni non si parla d'altro e sembra che la situazione sia grave. A confermare che l'allarme è reale è stato , consigliere dell'Ordine dei medici di Roma: "Uno studio condotto lo scorso anno dall'Agenzia di sanità pubblica ha svelato che in alcune zone del Lazio, ad esempio alcune zone del viterbese, i Castelli Romani o la provincia di Latina, dove i livelli di arsenico nell'acqua superano i 20 microgrammi per litro, c'è stato un aumento di malattie come tumori nella pelle e nel polmone". E seppure la presenza di questo elemento nelle acqua non sia una novità e soprattutto non sia una causa dell'uomo ma esclusivamente delle caratteristiche geologiche delle zone con terreni di origine vulcanica, non si è riuscito a creare potabilizzatori efficienti e quindi la situazione non è mai migliorata, pur essendoci le condizioni per farlo. Ora 500 famiglie di Roma nord hanno il divieto di utilizzare l'acqua domestica per ogni tipo di utilizzo fino al 31 dicembre 2014, ma in altre zone del Lazio l'allerta era già alta da tempo. Ma a far paura non è soltanto l'arsenico, perché Cappellano ha sottolineato la presenza di un'altra sostanza nociva al nostro organismo, ovvero i fluoruri. "Sempre per le caratteristiche geologiche del nostro territorio nel Lazio sono presente anche dei fluoruri. In questo caso i livelli sono più contenuti e nel nostro territorio lo sforamento è minimo rispetto al livello massimo consentito dalle attuali normative. Per quanto riguarda i rischi, i fluoruri oltre a provocare macchie bianche visibili sui denti e sulle unghie dei bambini, possono provocare dei disturbi dell'ossificazione e quindi sono particolarmente pericolose per i più piccoli. È importante quindi che il medico conosca anche le caratteristiche dell'acqua della zona in cui si trova a lavorare".
caricamento in corso...
caricamento in corso...