Marino candidato Pd al Campidoglio sbanca tutto e mette d'accordo tutti

08 aprile 2013 ore 9:18, Marta Moriconi
Marino candidato Pd al Campidoglio sbanca tutto e mette d'accordo tutti
IL CANDIDATO. Era convinto che Roma potesse voltare pagina con lui: «Vincere le primarie e poi vincere le elezioni. Sostituire finalmente Gianni Alemanno alla guida della nostra città. Dobbiamo vincere queste primarie alla grande e insieme possiamo farcela».
Lo aveva dichiarato Ignazio Marino, da candidato alle primarie del Pd per il Campidoglio, concludendo la sua campagna elettorale nel quartiere di San Lorenzo. E le sue idee devono essere piaciute. A sinistra non disdegnano più i pull in chachemire. Ieri sera la festa  e le sue prime dichiarazioni: «Noi cambieremo tutto e lo faremo insieme», così commentava la vittoria schiacciante  sugli altri candidati. Ad accompagnarlo alla conquista degli elettori anche un mix di canzoni anni '70 scelte per la campagna elettorale: Ricchi e Poveri, Celentano, Battisti, Paolo Conte, Loretta Goggi. LA VITTORIA E  GLI ALLEATI. Il medico si è affermato con una percentuale intorno al 50% dei voti.  E ora correrà per aggiudicarsi la poltrona di sindaco di Roma e per liberare la Capitale, come dice Ingroia «prigioniera dell'angoscia». E proprio Ingroia vede possibile la sua "rivoluzione" con Marino candidato a primo cittadino di Roma. Ma come promesso il magistrato farà una lista civica denominata diversamente. Insieme a Marino, alcuni ex competitors sono già pronti a contribuire a "stracciare" Alemanno, e hanno ammesso la propria sconfitta. Dalle sezioni sono arrivati i complimenti di David Sassoli (secondo arrivato) e di Paolo Gentiloni (terzo). E plaudono alla vittoria, attraverso il social twitter, sia Pierluigi Bersani che Nichi Vendola,  la cui candidata Gemma Azuni (Sel) aveva annunciato: «Ci hanno segnalato numerosissime irregolarità come la presenza di materiale elettorale di altri candidati all’interno di alcuni seggi. Le verificheremo e vedremo se ci sono i presupposti per fare ricorso». Tutto dimenticato. Marino sbanca le primarie del centrosinistra e tutti si allineano.
caricamento in corso...
caricamento in corso...