I 60 anni di Ago e il ricordo del "capitano silenzioso"

08 aprile 2015, Micaela Del Monte
I 60 anni di Ago e il ricordo del 'capitano silenzioso'
Oggi avrebbe compiuto 60 anni Agostino Di Bartolomei, uno dei capitani più amati della storia della Roma e di Roma. Non solo però, Agostino fu anche uno dei giocatori più apprezzati e ammirati del calcio italiano e non solo per le sue qualità tecniche, ma soprattutto per il suo grande cuore e per la sua determinazione e ostinazione.

Agostino nacque a Roma l'8 aprile 1955 e morì, per sua mano, il 30 maggio 1994 a Castellabate.

Non rideva quasi mai Agostino, preferiva dimostrare le sue emozioni e la sua forza in campo, sapeva di avere talento, sapeva di poter diventare qualcuno e di poter riuscire a fare della sua più grande passione il mestiere della sua avita. Di Bartolomei amava il calcio sopra ogni cosa e per questo si sentiva un privilegiato quando la domenica infilava la sua divisa e scendeva in campo, per questo Agostino ha sempre dedicato la sua vita al calcio e alle squadre di cui ha vestito la maglia. Personaggio amato ma mai compreso fino in fondo, stimato ma non abbastanza elevato a esempio positivo.

Ago ha vissuto le sue gioie più grandi proprio vestendo la fascia da capitano giallorossa, la sua squadra. Scudetto, Coppe Italia e poi quella maledetta finale di Champions League, proprio nella Capitale. Fu troppo grande il peso per la sconfitta della sua Roma nella finale di Coppa del Campioni quel 30 maggio 1984, talmente grande che a 10 anni da quel giorno decise di non farcela più. Si disse che a un certo punto si trovasse in condizioni economiche precarie, si disse che il mondo del calcio gli avesse voltato le spalle. Si disse addirittura che fosse stato vittima della depressione. Si dissero tante cose su Ago in quel periodo e del resto lui non è uno che si è mai aperto con facilità. L'unica certezza è che quel terribile giorno, quasi quanto quello che gli aveva segnato la vita dieci anni prima, Agostino Di Bartolomei si tolse la vita lasciando un enorme vuoto nel cuore della sua Curva Sud che ancora oggi non perde occasione per ricordarlo con commozione.

In tanti però hanno voluto ricordare quel "Capitano silenzioso" che ha tanto amato il calcio e che per questo si è tolto la vita.

Tramite il proprio sito ufficiale, la Roma ha voluto ricordare il proprio storico ex capitano in uno dei punti più alti della storia giallorossa: "C'è un'immagine che spiega non chi è stato ma cosa ha fatto per la Roma Agostino Di Bartolomei, che oggi avrebbe compiuto 60 anni ma che sarà giovane per sempre. E' la fotografia della sua esultanza dopo il primo rigore nella finale della Coppa dei Campioni il 30 maggio 1984 contro il Liverpool. In quel momento la Roma era campione d'Europa e il salto di Agostino dopo il gol l'immagine perfetta del punto più alto raggiunto dalla Roma nella sua storia".

Un giocatore simbolo per la società capitolina, descritto in poche righe dopo lo Scudetto vinto nel 1983: "Quando condusse la sua squadra nel giro di campo il 15 maggio 1983 per festeggiare lo scudetto vinto dopo 41 anni tenendo, lui primo della fila, il tricolore lasciò per un attimo il lembo di quel bandierone gigantesco per prendere un vaso con dei fiori e lanciarlo in tribuna. Un vaso con dei fiori, non un fiore. E' un gesto che racconta tanto di chi ha dato tutto per la Roma".

Francesco Totti è considerato il grande simbolo della Roma, ma la società giallorossa ha voluto sottolineare l'importanza di una figura come Di Bartolomei, scomparso troppo presto: "Agostino Di Bartolomei è stato, è e sarà il Capitano per sempre della Roma. Non solo perché se n'è andato ma per come in ogni istante ha vissuto la Roma, per come ha dimostrato al Tre Fontane e a Trigoria, nelle interviste e nei silenzi, cosa sia la Roma".

Di Bartolomei ha giocato anche con la maglia del Milan dal 1984 al 1987, scendendo in campo in 122 partite ufficiali e segnando anche 14 goal e per questo anche il club rossonero ha voluto ricordare il proprio ex giocatore tramite 'Twitter'.


caricamento in corso...
caricamento in corso...