Ferrovie, suicidio e cadavere su Alta velocità Roma-Napoli: treni ripartono

08 giugno 2017 ore 17:06, intelligo
C’è con ogni probabilità un suicidio all’origine dell’incidente che ha causato ritardi e disagi sulla linea ferroviaria ad alta velocità tra Roma e Napoli. Verso le 11,30 di stamattina, nei pressi di San Cesareo, un Comune a Sud di Roma, tra le stazioni di Labico e Salone, si è registrato un impatto devastante tra un treno in corsa e un uomo. La vittima non è stata ancora identificata. Il traffico è andato immediatamente in tilt; sul posto sono giunte la polizia ferroviaria e l’autorità giudiziaria per fare luce sulla dinamica dell’incidente. 

Le Ferrovie dello Stato hanno comunicato che su quella linea i treni hanno viaggiato con ritardi fino a 60 minuti. A bordo dei treni si sono registrati casi di malore tra i passeggeri. 
Astral Infomobilità, servizio della Regione Lazio che informa su strade e trasporti in tempo reale, ha appena comunicato che la situazione sta tornando alla normalità.

Ferrovie, suicidio e cadavere su Alta velocità Roma-Napoli: treni ripartono
 

#Tav #Roma-Napoli #incidente

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...