Prostituzione: a Roma arrivano lo "zoning" e multe più salate

08 luglio 2015, Micaela Del Monte
Prostituzione: a Roma arrivano lo 'zoning' e multe più salate
A Roma sta per arrivare lo "zoning", ovvero il divieto di prostituzione in alcune zone della Capitale. 

"Vogliamo vietare la prostituzione nelle zone di grande viabilità e tenerla lontana dalle case", ha spiegato il vicecapo di Gabinetto del sindaco Rossella Matarazzo

"Nel nuovo regolamento di polizia urbana - ha continuato Matarazzo - vogliamo prevedere di interdire la prostituzione nelle zone di grande viabilità e tenere il fenomeno lontano da insediamenti abitativi".
Per i clienti sono previste anche maxi multe: tra i 350 e i 400 euro. Ma ci saranno anche altri due tipi di sanzione: "una inferiore per chi esercita ed una per chi semplicemente effettua manovre pericolose in prossimità di situazioni del genere", e cioè per i clienti che, ad esempio, in auto fanno inversioni proibite per avvicinarsi alle prostitute.

"I proventi di queste sanzioni dovranno essere utilizzati per progetti di contrasto alla tratta di esseri umani, come quella del progetto 'Roxanne', perché riteniamo che il problema di fondo sia il contrasto dello sfruttamento", ha continuato Rossella Matarazzo sottolineando che il regolamento di Polizia urbana "esiste già ma era fermo a 68 anni fa. Ma ora ne stiamo parlando perché deve essere condiviso".

Anche il prefetto di Roma Franco Gabrielli sostiene la causa e in un incontro con i cittadini del II Municipio ha affermato: 
"Nella lotta alla prostituzione lo strumento dell'ordinanza comunale funziona molto bene ed è un ottimo strumento per combattere l'esercizio in strada del mestiere più antico del mondo. Io credo infatti che si debba colpire soprattutto i clienti, con multe salatissime, perché così si colpisce la domanda".
caricamento in corso...
caricamento in corso...