Roma presenta l'estate a Caracalla: Bolle, Lionel Richie e l'obiettivo dei 4 milioni

09 marzo 2016 ore 7:55, Andrea De Angelis
È stato presentato ieri mattina in Campidoglio il ricco cartellone della stagione estiva del Teatro del'Opera di Roma che dal 22 giugno al 10 agosto si trasferirà nella meravigliosa cornice delle Terme di Caracalla. 

Un nuovo allestimento del Nabucco di Verdi, le riprese di Madama Butterfly e del Barbiere di Siviglia, una serata Nureyev, e quattro 'variazioni sul tema' con Roberto Bolle, Lang Lang, Lionel Richie e Neil Young, sono solo alcuni degli appuntamenti in cartellone per questa stagione estiva che gli organizzatori sperano possa superare il successo della passata edizione che vide la partecipazione di settanta duemila spettatori per un incasso di 3,7 milioni di euro
L'inaugurazione della rassegna sarà affidata ai Primi Ballerini, ai Solisti ed al Corpo di Ballo del Teatro dell opera che si esibiranno nella serata dedicata al maestro Nureyev. Sette invece le recite previste, dal 9 luglio al 9 agosto, per il Nabucco di Verdi con il nuovo allestimento curato da Federico Grazzini. Grande attesa poi per il ritorno in Italia di Lionel Richie che salirà sul palco delle Terme di Caracalla il 14 luglio. Lunedì 25 e martedì 26 luglio, sta invece la volta delle due esibizioni di Roberto Bolle che salirà sul palco in compagnia di étoiles internazionali. Venerdì 25 luglio, infine, si cambia genere con l'esibizione del veterano del rock Neil Young. 

Fin dal primo agosto 1937 il Governatore di Roma Piero Colonna decide che il Teatro dell'Opera conduca nei mesi di luglio e agosto una stagione estiva all'aperto, ambientata nel complesso archeologico delle Terme di Caracalla che divenne il più grande palcoscenico del mondo. La platea disponeva di 8.000 posti. La prima stagione ebbe cinque rappresentazioni in totale, tre di Lucia di Lammermoor e due di Tosca. Nel 1938 le opere furono sei (La Gioconda, Mefistofele, Aida, Lohengrin, Isabeau diretta dal compositore e Turandot) per un totale di 28 rappresentazioni, dal 30 giugno fino al 15 agosto. La platea fu portata a 20.000 posti. Gli spettacoli lirici allestiti in questa sede hanno sempre avuto gran successo di pubblico, favorito negli anni dal turismo di massa. Gli allestimenti alle Terme furono interrotti durante la seconda guerra mondiale riprendendo dal 1945, e poi per una decina d'anni dal 1993 per consentire importantissimi restauri delle murature romane, e l'ambientazione archeologica fu sostituita saltuariamente con lo Stadio Olimpico. Dal 2001 la stagione estiva è stata ripristinata nell'ambientazione originale.
Per il presidente del Teatro dell'Opera, Carlo Fuertes, "si tratta di un cartellone molto ricco con tre opere ed una produzione di balletto in continuità con la stagione estiva 2015 che ha fatto registrare risultati molto positivi. Per questa edizione, però, abbiamo allargato ad una serie di offerte extra che travalicano il genere dell'opera e del balletto: è un cartellone per tutti". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...