Frontex, Di Maio ora è certo: "Renzi ci ha venduti come nazione per 80 euro"

12 luglio 2017 ore 13:21, intelligo
"Quello che era il ministro degli Esteri nel governo Renzi ed ora è il primo ministro, Paolo Gentiloni, deve venire in Parlamento a riferire di questo alto tradimento". Parole forti quelle usate dal vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio del Movimento 5Stelle dopo avere incontrato al Parlamento europeo di Bruxelles il direttore di Frontex Fabrice Leggeri. Di Maio ha rivelato di aver ricevuto la conferma della veridicità di quanto affermato nei giorni scorsi da Emma Bonino, relativamente alla decisione italiana di farsi carico lei da sola dei migranti. La Bonino nel rivelare ciò che ha destato grande scandalo nell'opinione pubblica ha riferito di aver reso noto ciò che lei ha definito un "segreto di Pulcinella". E dopo quelle dichiarazioni è circolata l'ipotesi che l'Italia possa aver accettato tutti i migranti in cambio di un'apertura alla flessibilità sui conti pubblici.
Frontex, Di Maio ora è certo: 'Renzi ci ha venduti come nazione per 80 euro'

Oggi Di Maio rivela che secondo quanto riferito dal direttore di Frontex il baratto -migranti in cambio di flessibilità ci sarebbe stao davvero. "Mi ha confermato - spiega Di Maio -  che l'Italia ha accettato e autorizzato gli sbarchi esclusivamente nei propri porti. Renzi ci ha venduti come nazione per 80 euro: ha autorizzato l'uso esclusivo dei porti italiani per i migranti in cambio di flessibilità europea per dare i suoi bonus".
Parole pesanti quelle del deputato 5Stelle. Si attendono smentite. 

#migranti #dimaio #frontex
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...