Poletti, Fedeli e Raggi: le pagelle di Intelligonews

22 dicembre 2016 ore 12:31, Americo Mascarucci
Chi mangerà il panettone a Natale? Chi stapperà lo spumante a Capodanno? Chi arriverà all'Epifania? E chi riuscirà ad arrivare indenne almeno a gennaio? 
Tranquilli, non si tratta di terrorismo ma di gossip politico.
Due ministri dell'attuale Governo, Giuliano Poletti e Valeria Fedeli sono a rischio permanenza nell'Esecutivo, così come il sindaco di Roma Virginia Raggi, ogni giorno di più sembra avviarsi verso la porta d’uscita del Campidoglio.
Ma andiamo per ordine.
Contro il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti è stata presentata una mozione di sfiducia delle opposizioni che potrebbe essere votata anche dalla minoranza Dem. 
Poletti è finito nell'occhio del ciclone, prima per aver detto di voler anticipare le elezioni politiche per scongiurare il referendum sul Jobs act qualora fosse ammesso dalla Consulta, e poi per la frase infelice sui giovani fuggiti all'estero. "Cervelli in fuga meglio che fra i piedi". 
Come se tutto ciò non bastasse si è aggiunta la storia dei finanziamenti statali all'editoria ricevuti dal figlio, direttore di una rivista che orbita nel mondo delle Coop. 
Poletti ha dichiarato di non volersi dimettere, ma non è escluso che alla fine possa essere convinto al passo indietro. 
Anche perché era già stato dato in uscita all'atto di formazione del Governo Gentiloni per essere poi in extremis ripescato, nonostante la minoranza Dem avesse chiesto un segnale di netta discontinuità proprio in materia di lavoro. 
Sono in molti a scommettere dunque che Poletti alla fine si dimetterà, ma intanto può un Ministro del Lavoro gioire per i ragazzi che se ne vanno a cercare lavoro all'estero? Non è questo il segnale più evidente della sua inadeguatezza politica e di governo? Voto 3
Poletti, Fedeli e Raggi: le pagelle di Intelligonews

Poi c’è Valeria Fedeli, sotto accusa per aver inserito sul suo curriculum una laurea che in realtà non ha mai conseguito
Infatti il ministro dell’Istruzione ha conseguito un diploma di assistente sociale presso un istituto non  riconosciuto come università, diploma in seguito equiparato, ha spiegato lei, ad un diploma di laurea. La Fedeli ha parlato di “errore in buona fede” ma contro di lei si sono scatenate le polemiche. Non tanto sul fatto che un ministro dell’Istruzione sia sprovvisto della laurea ma sul fatto che l’abbia vantata pur non avendola. Voto 4
Poletti, Fedeli e Raggi: le pagelle di Intelligonews

Poi c’è il sindaco di Roma Virginia Raggi che appare ogni giorno di più "circondata" e "commissariata". Circondata dalle inchieste della magistratura (si vocifera di un possibile avviso di garanzia pronto per lei per abuso d’ufficio relativo alle contestate nomine dei collaboratori che si sospettano illegittime) e commissariata dal Movimento 5Stelle.
Questi primi sei mesi per la Raggi sono stati mesi di passione fra assessori nominati, indagati, dimissionari e dimissionati, bilanci bocciati, incarichi affidati e ritirati, arresti eccellenti di collaboratori (vedi Marra), sospetti di ricatti ecc. E tutto questo mentre l’Amministrazione è paralizzata, la città sprofonda nel degrado, nessun problema è stato effettivamente risolto e l’unico atto effettivo della Giunta è stato quello di aver mandato a monte le olimpiadi.
Se l’avviso di garanzia arriverà davvero, probabilmente Raggi sarà costretta al passo indietro. 
Per i 5Stelle diventerebbe utile chiudere al più presto quella che appare una brutta pagina amministrativa presentandosi alle elezioni politiche vantando almeno il merito di aver posto fine ad una esperienza fallimentare.
Anche perché, se così si governa Roma, che ne sarebbe dell’Italia con un governo a 5Stelle? Voto 2
Poletti, Fedeli e Raggi: le pagelle di Intelligonews


caricamento in corso...
caricamento in corso...