Primarie PD, scelta data-compromesso: quando e come votare

24 febbraio 2017 ore 22:07, Micaela Del Monte
Le primarie del Pd si terranno il 30 aprile, dalle 8 alle 20. Così tra chi voleva anticiparle all'inizio di aprile per poi attestarsi sulla trincea del 23 (Renzi e i suoi) e chi chiedeva di tenerle il più tardi possibile, indicando il 7 maggio (Emiliano e Orlando) ha prevalso un compromesso che vedrà appunto la fine del prossimo mese il momento giusto per scegliere chi andrà alla segreteria del partito.

Primarie PD, scelta data-compromesso: quando e come votare
Chi si recherà alle urne, nei circoli o nei gazebo, per scegliere il nuovo segretario dovrà dichiararsi elettore del Pd e versare 2 euro. Lo ha deciso la commissione congressuale sembra all'unanimità poi il responso è stato portato in direzione dove il vice-segretario Guerini ha dato l'annuncio. Per candidarsi alle primarie c'è tempo fino alle 18 del 6 marzo. Il 7 maggio è la data indicata per l'eventuale ballottaggio o per l'assemblea per la proclamazione del nuovo segretario. Il 9 aprile si terrà la Convenzione nazionale programmatica.  

Nelle condizioni date, è una scelta giusta, con le primarie a maggio si sarebbe arrivati troppo a ridosso delle amministrative" così il ministro della Giustizia e candidato alla segreteria di partito Andrea Orlando ha commentato la scelta della data per le primarie.

L'ex leader del Pd, Massimo D'Alema, ha detto la sua sulla candidatura di Andrea Orlando al ruolo di segretario: "Orlando segretario sarebbe grosso passo avanti, con lui si potrebbe riaprire il dialogo all'interno del partito". Ma D'Alema, ospite a Brescia della Fondazione ItalianiEuropei, non ha risparmiato una velata critica nei confronti di Orlando: "Gli rimprovero di aver condiviso anche scelte sbagliate con Renzi, ma si muove con l'intento di ricomporre l'unità del centro sinistra e credo sia la cosa importante".  

caricamento in corso...
caricamento in corso...