Rosatellum, Napolitano alla fine vota la fiducia. Il quorum legale

25 ottobre 2017 ore 15:36, intelligo
A sorpresa Giorgio Napolitano non ha votato la fiducia al "Rosatellum" nella prima e nella seconda chiama. Scrivevamo all'inizio
Poi una questione di correttezza istituzionale lo ha fatto ripensare.
Tra i senatori a vita anche Carlo Rubbia ha votato e ha votato sì. Poi c'è la strategia messa a punto, separatamente, sia da M5s che da Mdp: votare contro la fiducia sulla legge elettorale, ma solo se la maggioranza trasversale pro Rosatellum, in Aula regge il quorum del numero legale. Lo hanno fatto nelle due chiame sulla prima fiducia e lo ripetono ora: le due formazioni nei loro rappresentanti non rispondono alla prima chiama per verificare le presenze, per poi partecipare alla seconda seconda con un no, qualora il numero legale sia stato assicurato. Nella seconda chiama per il primo voto di fiducia al Rosatellum il numero legale in Aula al Senato è salito a 143.
Rosatellum, Napolitano alla fine vota la fiducia. Il quorum legale

LA PIAZZA
Intanto in piazza ai è alzato un coro di fischi dai manifestanti M5S al Pantheon in protesta contro il Rosatellum quando dal palco la deputata Federica Dieni ha chiamato in causa il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e i presidenti del Senato e della Camera Pietro Grasso e Laura Boldrini in quanto "responsabili" dell'attacco alla democrazia perpetrato con questa legge elettorale. Dieni, come prima Danilo Toninelli, ha dichiarato dal palco che "Grasso dovrebbe dimettersi".

#rosatellum #m5s  #napolitano

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...