Visco via libera alla conferma: ok dal Consiglio Superiore della Banca d'Italia

27 ottobre 2017 ore 11:08, Andrea Barcariol
Alla fine ha vinto l'asse Gentiloni-Mattarella. E' in arrivo la conferma per Ignazio Visco come governatore della Banca d'Italia, carica che avrà per altri sei anni. Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha indicato il suo nome nella lettera inviata al Consiglio Superiore della Banca d'Italia che si riunito oggi e ha dato il proprio parere favorevole. Un passaggio necessario, ma non vincolante, prima della nomina con decreto da parte del presidente della Repubblica che però rappresenta.

Visco via libera alla conferma: ok dal Consiglio Superiore della Banca d'Italia
Svaniti quindi gli ultimi dubbi su una vicenda che ha creato non pochi problemi e malumori all'interno del Pd dopo la mozione di sfiducia presentata, a sorpresa, contro la conferma di Visco e le dure parole di Matteo Renzi che anche ieri è rimasto fermo sulla sua linea. "Rispetto la filiera istituzionale, e il nome che oggi verrà dato avrà tutto il nostro rispetto - ha sottolineato il segretario dem - Nel merito però dico che in questi sei anni il sistema di vigilanza non ha funzionato e Bankitalia è stato un punto di debolezza. Chi sbaglia paga e visto che si va a scadenza del governatore se Visco verrà  rinnovato durerà 12 anni come nemmeno Obama. Mi auguro almeno che i prossimi sei anni siano migliori".

CRITICHE
Per Visco comunque il nuovo mandato potrebbe essere in salita: non solo Renzi, ma altre voci critiche sono presenti in Parlamento (in attesa del voto della prossima primavera). In un tweet il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, attacca: "Premiato chi ha sbagliato. I risparmiatori in pericolo corrano ai ripari", mentre Enrico Zanetti, segretario di Scelta Civica e componente della commissione d'inchiesta sulle banche scrive: "Se è questo il giudizio del Premier Gentiloni e dei suoi Ministri, se ne assumeranno la responsabilità davanti ai cittadini italiani insieme naturalmente ai loro partiti che dovessero poi ricandidarli nelle loro liste elettorali".


#visco #gentiloni #conferma
caricamento in corso...
caricamento in corso...