Vaccini obbligatori, cosa fare per effettuare iscrizione a scuola

28 agosto 2017 ore 13:36, Luca Lippi
Alla luce dell’approvazione in via definitiva del decreto legge sui vaccini è stato introdotto l'obbligo dei vaccini per l'iscrizione a scuola. I dirigenti scolastici e i responsabili dei servizi educativi hanno l’obbligo di richiedere, all’atto dell’iscrizione, la documentazione che provi l’effettuazione delle vaccinazioni oppure l’omissione o il differimento della somministrazione del vaccino. Adeguata documentazione per intervenuta immunizzazione per malattia naturale o copia della prenotazione dell'appuntamento all'Asl sono anch’essi requisiti sufficienti per effettuare l’iscrizione.
Vaccini obbligatori, cosa fare per effettuare iscrizione a scuola

VACCINI OBBLIGATORI 
I vaccini obbligatori per l'iscrizione a scuola passano da 12 a 10, mentre per altri 4 è prevista un'offerta attiva e gratuita. Le 10 vaccinazioni obbligatorie sono quelle contro poliomielite, tetano, difterite, epatite B, Haemophilus influenzae B, pertosse, morbillo, parotite, rosolia e varicella. Sei dei 10 vaccini obbligatori saranno somministrati in formulazione esavalente (poliomielite, tetano, difterite, epatite B, Haemophilus influenzae B e pertosse), gli altri 4 in tetravalente (morbillo, parotite, rosolia e varicella). Per questi ultimi è prevista l'obbligatorietà per 3 anni, con successiva verifica del raggiungimento della copertura di sicurezza. Le 4 vaccinazioni offerte attivamente sono quelle contro meningococco B, meningococco C, pneumococco e rotavirus. In questo modo diventano 14 i vaccini contemplati nel decreto.

ISCRIZIONE A SCUOLA 
Entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo ed entro il 10 settembre per i nidi, deve essere presentata la documentazione di avvenuta vaccinazione oppure un’autocertificazione. Nel caso dell’autocertificazione, entro il 18 marzo 2018 deve essere presentata la documentazione che prova l’avvenuta vaccinazione. Èer quanto riguarda l’omissione, il differimento e l’immunizzazione da malattia deve essere presentata adeguata documentazioni a conforto. Coloro che sono in attesa di effettuare la vaccinazione, devono presentare copia della prenotazione dell’appuntamento all'Asl. 
Dall’anno scolastico 2019/2020 è prevista un'ulteriore semplificazione degli adempimenti delle famiglie per l’iscrizione dei minori a scuola: gli istituti scolastici dialogheranno direttamente con le Asl, per verificare lo "stato vaccinale" degli studenti, senza ulteriori oneri per le famiglie.

SANZIONI
Per i genitori che non vaccinano i figli, ci saranno sanzioni più basse, rispetto a quelle previste in un primo tempo: andranno da 500 euro a 100 euro. Le sanzioni saranno modulate in base alla gravità dell'infrazione. Caduto il riferimento al rischio di perdere la patria potestà.
Per avere informazioni, il Ministero ha comunque predisposto il numero gratuito 1500, disponibile dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 16, a cui risponderanno medici esperti del Ministero della Salute.

#vaccini #obbligatori #iscrizione #scuola #obbligo #documentazione
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...