Povertà, reddito di inclusione da oggi in campo: a chi spetta e come

29 agosto 2017 ore 13:11, Americo Mascarucci
Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il reddito di inclusione. La misura si rivolge a una platea di 400mila famiglie, pari a circa 1,8 milioni di persone. Il Rei sostituisce il Sia, sostegno all'inclusione attiva. L'importo dell'aiuto corrisponde al massimo a quello dell'assegno sociale per gli over 65 senza reddito, pari a 485 euro al mese. L'importo dipenderà dal numero dei componenti della famiglia e dalla situazione familiare e reddituale.
Povertà, reddito di inclusione da oggi in campo: a chi spetta e come

COS'E' IL REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE

E' un sostegno economico che viene fornito a tutti coloro che si trovano al di sotto della soglia di povertà assoluta, congiuntamente ad una serie di strumenti, forniti al livello comunale, volti alla reintroduzione socio lavorativa dei soggetti interessati sulla base di un patto per l’inclusione.
La creazione di un simile strumento si è reso necessario a causa del forte aumento delle persone in povertà (in particolare in severa deprivazione materiale) nell’ultimo triennio in tutto il territorio nazionale, prevalentemente a causa della crisi economica. Si tratterebbe inoltre di un potente strumento di rilancio dei consumi, in quanto gli interessati presentano una propensione al consumo nettamente superiore alla media della popolazione. L’introduzione del Rei serve infine a coprire un gap verso i partner europei, che ci vede accomunati solo alla Grecia nel non disporre ancora di alcuna tipologia di sostegno al reddito contro la povertà.

A CHI SPETTA

Priorità sarà data alle famiglie con minori, disabili, disoccupati sopra i 35 o donne incinte.
Il sussidio sarà versato sulla carta Rei, una carta di pagamento identica ai bancomat utilizzabile per pagare beni e servizi o per prelevare al massimo la metà dell'importo versato dallo Stato. Altra condizione per ricevere il reddito di inclusione è la partecipazione a un progetto di reinserimento sociale e nel mondo del lavoro. Inoltre non si potrà richiedere il Rei se si è proprietari di auto, moto o imbarcazioni immatricolate nei 24 mesi precedenti.
L'intero provvedimento dovrebbe costare 1,7 miliardi l'anno, destinati a crescere ad almeno 2 miliardi annui.

GENTILONI HA DETTO

"Via libera definitivo al Reddito di inclusione. Un aiuto a famiglie piu' deboli, un impegno di governo, Parlamento e Alleanza contro poverta'". Lo scrive su twitter il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, commentando il via libera del Consiglio dei ministri.


caricamento in corso...
caricamento in corso...