Referendum autonomia, Beccalossi (FdI) a Intelligonews: "Meloni vediamoci"

03 ottobre 2017 ore 17:16, Americo Mascarucci
E' alta tensione in Lombardia dopo la dichiarazione della leader di Fratelli d'Italia che ha invitato all'astensione in vista dei referendum autonomisti del 22 ottobre in Lombardia e Veneto. Il Governatore lombardo Roberto Maroni ha minacciato la crisi sia al Pirellone che in vista delle prossime elezioni regionali con queste parole. ""C'è un problema perché queste dichiarazioni sono negative, sbagliate e molto pesanti. E siccome il referendum è una cosa importante, sia sul piano politico sia sul piano istituzionale, mi riservo di valutare queste dichiarazioni sul piano della lealtà dell'alleanza di governo. Non posso far finta di niente".
Referendum autonomia, Beccalossi (FdI) a Intelligonews: 'Meloni vediamoci'

BECCALOSSI A INTELLIGONEWS
Se Ignazio La Russa è sceso in campo difendendo Giorgia Meloni e accusando la Lega di strumentalizzare la posizione della Meloni per nascondere i propri problemi interni, all'interno di Fratelli d'Italia c'è chi non ha gradito l'uscita della leader. E' il caso di Viviana Beccalossi assessore regionale lombardo.
Intelligonews l'ha contattata per capire se questa situazione può essere in qualche modo recuperata. "Non mi sento di aggiungere altro rispetto alla nota dettata alle agenzie - ci ha risposto l'assessore regionale - mi sento soltanto di dire alla Meloni che sono disponibile, in qualsiasi momento, ad incontrarmi con lei per poterle spiegare il motivo per cui sono favorevole a questi referendum". 

LA NOTA UFFICIALE
Di seguito la nota ufficiale: "In Lombardia Fratelli d'Italia, così come in Veneto, ha votato nelle sedi istituzionali e in quelle degli organi di partito documenti ufficiali che certificano il sostegno al referendum - ha detto la Beccalossi che poi ha aggiunto: "Lo scorso 8 luglio, a Soncino, durante un coordinamento regionale del partito, duecento amministratori eletti hanno votato all'unanimità un ordine del giorno a sostegno del Si'"
Poi l'assessore regionale ha spiegato: "FdI, partito che fin dalla sua nascita ha esaltato lo strumento delle primarie come metodo per dar voce ai militanti e ai cittadini, non può non ascoltare le istanze dei dirigenti territoriali di Lombardia e Veneto. Spiace - conclude - che Giorgia Meloni, alla quale già due mesi fa abbiamo consegnato il documento lombardo sulle ragioni del Si', non l'abbia preso in considerazione, vanificando la volontà di tutti i nostri dirigenti di Lombardia e Veneto". 

APPELLO ALLA MELONI


#meloni #beccalossi #maroni
caricamento in corso...
caricamento in corso...