Incontro Soros-Gentiloni, Bianconi (Fi): "Mise già in crisi la lira, con Alitalia ci fa la legna"

04 maggio 2017 ore 17:11, Andrea De Angelis
"I suoi interessi sono universali, già ha messo in crisi la nostra moneta". Così il deputato Maurizio Bianconi ha commentato su IntelligoNews l'incontro di ieri tra il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e George Soros, imprenditore ungherese naturalizzato statunitense. In molti si sono chiesti il motivo di questo incontro e anche nelle forze politiche, su tutte Forza Italia e Lega Nord, non sono mancate parole d'accuse. Addirittura Salvini ha parlato di "progetto di meticciato" per quanto riguarda lo Stivale. Si è andati in là col complottismo, oppure c'è qualcosa di sospetto da evidenziare? Domande che sono state poste al nostro interlocutore, facendo riferimento a un possibile interesse di Soros addirittura per Alitalia...

C'è una coincidenza tra Zuccaro al Senato e Soros da Gentiloni?
"Se le dico che non c'è una coincidenza passo per fesso, se affermo che invece c'è passo per malevolo". 

Quali sono gli interessi di Soros in Italia?
"I suoi interessi sono universali, già ha messo in crisi la nostra moneta. Se c'è da fare affari con le Ong non avrà fatica, è più ricco di uno Stato...".

Incontro Soros-Gentiloni, Bianconi (Fi): 'Mise già in crisi la lira, con Alitalia ci fa la legna'
C'è chi dice che Soros sarebbe interessato anche ad Alitalia. 
"Io non ho le capacità di conoscere, le facoltà di affaristi di persone come Soros. A lui interessa quello dove si guadagna. Quanto si possa guadagnare su Alitalia che ha svenduto tutti gli slot ed ha tutti questi dipendenti non lo so. Forse Soros ci fa la legna con Alitalia, che vuole che ci faccia? Io non lo so...".

Come risponde a Salvini che parla di un progetto di meticciato per l'Italia?
"Queste sono caz... emerite! Che ci sia un progetto di califfato universale dell'Islam non è invece un mistero". 

Sul caso Ong-trafficanti, il Governo potrebbe implodere su tale questione? Abbiamo già visto il botta e risposta tra Orlando ed Alfano. 
"Il Governo non imploderà mai. Se dovesse cadere ne faranno subito un altro, si voterà nel maggio del 2018".  

#soros #palazzochigi #gentiloni
caricamento in corso...
caricamento in corso...