Salvarisparmio, no a blacklist debitori banche. Salvini: "Che schifo!"

07 febbraio 2017 ore 13:39, Andrea De Angelis
No alla blacklist dei debitori insolventi che hanno contribuito al crack delle banche salvate dallo Stato. Questa la decisione presa dalla commissione Finanze del Senato, che ha bocciato tutti gli emendamenti che prevedevano la pubblicazione dei nomi invocati da settimane dalla stampa e dall'opinione pubblica. Il M5s aveva chiesto la pubblicazioni di tutti i debitori insolventi per prestiti sopra i 100mila euro, Sinistra italiana e Lega nord per i prestiti andati in sofferenza sopra il milione, mentre Forza Italia puntava alla pubblicazione dei primi 100 grandi debitori. Tutte le proposte però sono state bocciate. L’emendamento approvato in nottata prevede la pubblicità dei profili di rischio e meriti di credito di chi “vanta crediti, classificati in sofferenza, per un totale superiore all’1% del totale attivo” della banca. Dati che saranno inviati al Parlamento, probabilmente aggregati, all’interno della relazione che ogni 4 mesi il governo dovrà stilare sull’andamento degli interventi sugli istituti di credito.  

Gli effetti
La commissione, infatti, nell'ambito della conversione del decreto legge "Salvarisparmio", si è limitata ad approvare un emendamento che prevede la possibilità di rendere pubbliche informazioni sui "profili di rischio" dei maggiori debitori degli istituti di credito salvati dallo Stato. Ma non saranno resi pubblici i nomi dei debitori stessi. Quello che il Parlamento (e dunque anche l'opinione pubblica) potrà conoscere saranno informazioni più anonime, che però potranno dare un'idea di come la banca è stata gestita. 

Salvarisparmio, no a blacklist debitori banche. Salvini: 'Che schifo!'
La reazione di Salvini
"Che schifo! Ieri sera, verso le 22, la commissione Finanze del Senato, su richiesta di governo e Pd ha bocciato la proposta della Lega di rendere pubblici i nomi di chi ha avuto milioni di euro in prestito dalle banche e non li ha restituiti (fregando tutti gli altri risparmiatori), e ha bocciato anche la proposta di far milionari da parte dei manager bancari con responsabilità accertate. Oggi alle 16 saremo davanti al Senato contro questa vergogna". Lo ha scritto su Facebook il segretario della Lega, Matteo Salvini.

Brunetta Vs Zanetti
"La proposta o l'indiscrezione della richiesta da parte del verdiniano Enrico Zanetti quale presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche sa tanto di una barzelletta''. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio. ''Spero non sia vero, ma solo una battuta. Monte dei Paschi per me vuol dire Pci-Pds-Ds-Pd e quindi natura democratica vorrebbe che la presidenza andasse a un esponente dell'opposizione", ha concluso Brunetta.
caricamento in corso...
caricamento in corso...