I benefici anti-cancro dei consumatori abituali di aspirina. Ma a dosi giuste

10 aprile 2017 ore 23:20, Orietta Giorgio
Cosa fare in caso di mal di testa, dolori e/o febbre? Prendere un’aspirina.
 
Sembra essere un rimedio efficace “per ogni male” leggero: le sue proprietà analgesiche, antipiretiche e antinfiammatorie la rendono un medicinale “famigliare” e tutto fare, talmente prezioso, ora si sa, da essere un alleato anche per mali più impegnativi.


Sembrerebbe che, assunta a basse dosi e in modo costante, ridurrebbe il tasso di mortalità legato ad alcuni tipi di tumori e potrebbe ridurre il rischio di ammalarsi di cancro. L'aspirina potrebbe considerarsi una pillola anti-cancro?

Sembrerebbe di sì e la conferma arriva dal meeting annuale dell’American association for cancer research (Aacr), che si è svolto a Washington a inizio aprile.

I ricercatori del Massachusetts general hospital e dell’Harvard medical school di Boston, coordinati da Yin Cao, hanno presentato i risultati del Nurses health study. Più di 130.000 gli  individui sotto esame dal 1980 al 2012, e i risultati, dopo 32 anni di ricerca, hanno evidenziato che la mortalità generale tra chi ha usato aspirina regolarmente almeno per 6 anni è risultata più bassa del 7% per le donne e dell’11% per gli uomini.

Il dottor Yin Cao ha commentato: “Sono molte ormai le prove che suggeriscono come l’aspirina non solo diminuisca il rischio di sviluppare il cancro, ma possa anche giocare un ruolo significativo nel ridurre le morti per cancro”.

I RISULTATI DELLO STUDIO:

Significativa è la riduzione di morte per il tumore del colon-retto: meno 31% tra le donne che prendono aspirina regolarmente e meno 30% tra gli uomini. Così come anche per il rischio di morte per cancro del seno: è risultato inferiore dell’11% tra le consumatrici abituali di aspirina, e per il cancro alla prostata, ridotto tra gli uomini del 23%

PREVENZIONE DI ALCUNI TUMORI, DOSE: 

Sul sito della Fondazione Umberto Veronesi: “Come testimoniano ormai diversi studi scientifici, l’aspirina, specie a basso dosaggio cardiologico, 100 milligrammi al giorno, è stata associata a una prevenzione del tumore del colon e di altri tumori di tipo adenocarcinomatoso, cioè di derivazione dalle cellule ghiandolari, molto frequenti. Come quelli del polmone e dell’apparato digestivo, tra cui il fegato. L’acido acetilsalicilico, principio attivo dell’aspirina, è, infatti, un potente antinfiammatorio. E, come tale può essere considerato un buon agente nella prevenzione di quelle patologie che si associano ad uno stato infiammatorio cronico. Come alcuni tumori”.

Secondo quanto sottolineano gli esperti della Fondazione, infatti, uno dei campi più promettenti della ricerca oncologica, la farmaco-prevenzione, “si fonda sul principio in base al quale, se in natura esistono sostanze che provocano il cancro, allora devono esistere anche molecole in grado di garantirci una protezione”. L’aspirina sembra essere una di queste.

ALTRI IMPIEGHI DELL'ASPIRINA:

L’aspirina è  inoltre un antiaggregante e fluidificante del sangue. Per questo motivo l’aspirina può essere usata sul lungo periodo e a basso dosaggio per prevenire gli attacchi cardiaci, l’infarto e la trombosi. È nell'acido salicilico, presente nell'aspirina o in farmaci derivati, che può nascondersi la cura contro malattie neurodegenerative quali Alzheimer, Parkinson e corea di Huntington.

BISOGNA COMUNQUE FARE ATTENZIONE:

Sul sito di Fondazione Veronesi, il dottor Andrea Decensi, responsabile della Struttura Complessa Oncologia Medica dell'ospedale Galliera di Genova, ha commentato:

- Quindi stando agli indizi finora raccolti, oltre ai benefici cardiovascolari, oggi abbiamo evidenza di utilità nella prevenzione del cancro.

- Precisando infine che nessun farmaco è privo di effetti collaterali, il bilancio tra rischi e benefici appare altamente favorevole all’aspirina. 
Certo però, nel prescrivere un’eventuale cura con aspirina, bisogna valutare le possibili conseguenze indesiderate, in primis sull’apparato digerente (emorragie gastriche) e cerebrali.


#aspirina #anticancro #tumori

caricamento in corso...
caricamento in corso...