Australia choc, macchie rosse e prurito: allergica al feto. La patologia

11 maggio 2017 ore 21:32, Stefano Ursi
E' una storia che lascia sbigottiti della 29enne australiana Summer Bostock, che durante la gravidanza ha iniziato a ricoprirsi di macchie e ha scoperto di essere allergica al feto che portava in grembo. La storia la racconta il Sun, spiegando che la ragazza, incinta, ad un certo punto ha iniziato a ricoprirsi di macchie rosse sulla pancia, sulla schiena e sulle gambe: macchie che, spiega, le provocavano prurito e anche dolore.  ''Il prurito era così intenso che non riuscivo nemmeno a dormire''.

Australia choc, macchie rosse e prurito: allergica al feto. La patologia
Una situazione difficilissima e soprattutto molto preoccupante con la quale avere a che fare, visto che la gravidanza è un momento già di per sé assai delicato per la gestante e per il feto che porta dentro di sé. Dopo vari esami e analisi per capire di cosa si trattasse, i medici hanno diagnosticato a Summer una patologia denominata 'Eruzione Polimorfa della Gravidanza'. Una patologia, spiega la ragazza, che fortunatamente non è pericolosa né per la donna né per il feto ma che comunque le ha creato non poche preoccupazioni. Soprattutto perché era alla terza gravidanza e le prime due non le avevano creato alcun problema, tantomeno questo.

All'atto della nascita del piccolo (la storia risale al 2012) ogni sintomo è però scomparso e tutto è tornato alla normalità. La patologia è però conosciuta da tempo, visto che risulta essere una di quelle dermatologiche che possono comparire in gravidanza: porta prurito, che di solito precede l'eruzione cutanea di un paio di settimane. In genere, come poi avvenuto anche per la giovane mamma australiana, l'evoluzione è la risoluzione spontanea nella prima settimana post parto, senza che il feto e la mamma abbiano visto modificate in peggio le proprie condizioni durante la gravidanza.

#Australia #feto #allergia #gravidanza #macchie
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...