Influenza 2016: virus più aggressivo, italiani ko. Picco, consigli e rimedi

13 dicembre 2016 ore 23:59, Orietta Giorgio
Febbre alta, mal di gola, raffreddore: gli italiani a letto sono già mezzo milione
E' allarme influenza: solo nell’ultima settimana il virus influenzale ha colpito 25.000 persone in più rispetto alla settimana del 20 novembre.
E questo non è niente, l’Istituto Superiore di Sanità ha stimato che alla fine di febbraio l’epidemia avrà colpito 5 milioni di persone

L’influenza, in media, terrà a letto per 6 giorni ogni ammalato e, a causa di complicazioni come polmoniti e broncopolmoniti,  ogni anno potrebbe provocare la morte di ottomila persone, soprattutto anziani.

Influenza 2016: virus più aggressivo, italiani ko. Picco, consigli e rimedi

Quest'anno l'influenza rischia di avere un impatto più forte del solito a causa di un virus particolarmente aggressivo: sono due i ceppi che potrebbero causare più danni della media, l'A/Hong Kong e il B/Brisbane. Il rischio di ammalarsi sarà quindi più alto ma i sintomi non cambieranno: febbre, dolori alle articolazioni e infezioni alle vie respiratorie, mal di testa ecc
Comunque, spiegano gli scienziati, molto dipenderà dalle condizioni meteo: “Se l’inverno dovesse prolungarsi con temperature fredde, i pazienti aumenteranno notevolmente. Qualora invece gli sbalzi termici diminuiranno, anche i malati saranno molto meno”.

I medici rinnovano l'invito alla vaccinazione soprattutto per le categorie a rischio: gli anziani (fino al 31 dicembre, per chi ha più di 65 anni, il vaccino è gratis), i malati cronici, gli immunodepressi e i cardiopatici. L'invito, a causa dell’aggressività del virus,  quest'anno è esteso anche alle persone sane tra i 50 e i 60 anni.

I rimedi naturali più efficaci per contrastare i malanni di stagione? Eccone alcuni

Idratarsi: durante una brutta influenza è importantissimo tenersi idratati, bere almeno due litri d’acqua al giorno.
Fare gargarismi con acqua salata: i risciacqui con acqua salata che provocano un decremento delle infezioni nel tratto respiratorio. 
Fare impacchi caldi: per alleviare il mal di testa si possono effettuare degli impacchi di acqua tiepida da appoggiare sulla zona dolorante.
Mangiare "leggero": inserendo nell'alimentazione molta frutta e verdura. Consigliato il consumo di broccoli, verza e cavoli, con l’integrazione di noci, pistacchi e mandorle. Utile anche l’uva passa per il suo contenuto di resveratrolo e la sua azione energizzante.
Fare impacchi di acqua e aceto: quando la febbre supera i trentotto gradi è possibile assumere degli antipiretici, seguendo le indicazioni del medico; se la temperatura è solo lievemente alterata si può gestire con un fazzoletto di stoffa bagnato in una soluzione di acqua fresca e aceto, strizzato e posizionato su fronte, polsi e incavo dei gomiti. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...